Non solo recitazione: da Riccardo Scamarcio ad Anna Falchi, gli attori italiani che sono anche produttori cinematografici

Tra i molti attori che fanno parte del mondo della cinematografia italiana, alcuni negli anni hanno esplorato nuovi territori e hanno deciso di dedicarsi, oltre che alla recitazione, anche alla produzione di film. Se quello del produttore è un ruolo che fa poco rumore e viene poco pubblicizzato in confronto a quello dell’attore, questi professionisti hanno contribuito alla creazione di film di successo anche al di qua della cinepresa.

Di cosa si occupa un produttore?

La prima domanda che però molti si pongono è: ma di cosa di occupa un produttore? Il produttore non è chi semplicemente investe in un film finanziando il progetto, ma è una figura che ricopre ruoli molteplici e talvolta molto complessi. Prima di cercare finanziamenti o di mettere mano al proprio portafoglio, il produttore infatti visiona i diversi progetti che gli vengono proposti, sceglie quelli migliori e inizia a creare una squadra composta da registi, sceneggiatori, attori ecc. che possa aiutarlo a creare una pellicola di successo. Assumendosi il costo di produzione del film, il produttore valuta anche quali saranno i prezzi necessari per scene particolari, effetti speciali e il budget complessivo dei vari reparti come costumi e trucco. Se il produttore lavora principalmente nella fase di pre-produzione di un film, questo non significa che il suo lavoro sia finito: continua ad avere voce in capitolo sul cast anche durante le riprese e, a film ultimato, si occupa di trovare un distributore che faccia arrivare la pellicola nelle sale cinematografiche.

Quello del produttore è quindi un ruolo complesso e non adatto ai principianti, ma estremamente gratificante. Proprio per questo sono molti gli attori nel mondo di Hollywood che dopo anni di esperienza davanti alla macchina da presa decidono di avere più voce in capitolo nella produzione di un film e diventano produttori. Un esempio? Tom Cruise è diventato celebre come attore grazie a film come Top Gun distribuito da Paramount Pictures, pellicola ispirata a un articolo uscito sulla rivista Vittoria e vincitrice anche di un premio Oscar per miglior canzone, o Rain Man-L’uomo della pioggia, lungometraggio vincitore di quattro premi Oscar che ha aiutato a far conoscere al grande pubblico il blackjack e le sue regole che, come spiegato sul sito del casinò online Betway Casinò e dimostrato dal personaggio di Raymond, richiedono ottime capacità strategiche da parte dei giocatori. Non soddisfatto Tom Cruise si è però dato presto alla produzione, gestendo la fase produttiva di film in cui appare anche come attore come Mission: Impossibile del 1996, parte della serie omonima disponibile su Netflix, e il pluripremiato L’Ultimo Samurai, acquistabile oggi in DVD o Blue-ray su Feltrinelli.

Gli attori anche produttori italiani

Tom Cruise non è però l’unico attore che ha deciso di dedicarsi anche alla produzione. Altri suoi colleghi hollywoodiani come Leonardo di Caprio e Brad Pitt si sono occupati infatti della produzione di pellicole come The Aviator e Il re. E in Italia? Anche nel nostro Paese sono molti gli attori che si sono reinventati produttori e, talvolta, dimostrando un talento poliedrico, hanno anche diretto diverse pellicole.
Nanni Moretti, ad esempio, sembra essere in grado di coprire qualsiasi ruolo necessario alla creazione di un film avendo diretto, prodotto, scritto e recitato in diversi lungometraggi caratterizzati dal suo stile autoriale unico. Tra questi spiccano
Habemus Papam, vincitore di tre David di Donatello e dell’European Film Awards, e Il caimano, trasmesso su Rai 3 e su SKY Cinema nel 2006.
Se tutti lo conoscono per i suoi cinepanettoni, non molti sanno che Massimo Boldi oltre che comico è anche un produttore, tanto che nel 2007 ha fondato la casa di produzione Mari Film con la quale ha prodotto alcuni episodi della serie di film
Natale a… come Un Natale al Sud e La fidanzata di papà, film che alla sua prima trasmissione tv su Canale 5 ha raggiunto il 15% di share.
Idolo delle ragazzine agli inizi degli anni duemila, Riccardo Scamarcio negli anni ha dimostrato di essere un artista di talento capace di recitare non solo in italiano ma anche in inglese al fianco di stelle del calibro di Keanu Reeves e Julie Walters. A partire dal 2010, l’attore pugliese ha inoltre iniziato a dedicarsi alla produzione lavorando a film come
Miele, girato da Valeria Golino ed elogiato da testate come la Repubblica, e Pericle il nero, film in cui Scamarcio recita la parte del protagonista, tratto dal romanzo omonimo di Giuseppe Ferrandino edito da Adelphi.

Se tra gli altri attori che sono anche produttori possiamo contare anche Roberto Benigni, Nicola Vaporidis e perfino Terence Hill, non bisogna dimenticarsi delle tante attrici di talento del panorama italiano che si sono anche dedicata alla produzione cinematografica. Tra queste spicca Nicoletta Braschi, moglie di Roberto Benigni, produttrice di diversi film di successo del marito come Pinocchio e La tigre e la neve, in cui appare anche come attrice. Sono invece stati prodotti da Francesca Neri, attrice vista in film come La cena per farli conoscere di Pupi Avanti, le pellicole Melissa P. e Riprendimi, mentre Anna Falchi, celebre per le sua apparizioni in film come Giovani e belli, ha prodotto film come Amaro Amore e Come il vento, vincitore di un nastro d’argento.


Il mondo del cinema italiano è pieno di talenti e molti attori, dopo anni dedicati alla recitazione, spesso decidono di diventare anche produttori, ruolo di grande responsabilità che richiede ottime conoscenze di tutti i settori del mondo del cinema.