Mina esce con Cassiopea e Orione a inaugurare ‘Italian Songbook’: videoincontro con Massimiliano Pani

Quanti al mondo hanno cominciato a 18 anni con ‘Il cielo in una stanza’ e hanno pubblicato nel 2019 un disco di inediti con Ivano Fossati? Ed è ancora contemporanea e ha con uno sponsor che parla ai ragazzini e che ha scelto lei per parlare ai ragazzini…Massimiliano Pani esordisce così al videoincontro via Zoom per parlare di Mina, sua madre, e del suo nuovo lavoro, anzi, lavori: fuori infatti venerdì 27 novembre Cassiopea (PDU/distr. Sony Music) e Orione (PDU/distr. Warner Music), i due volumi del concept antologico Italian Songbook, il suo nuovo progetto discografico disponibile in digipack e doppio vinile colorato, che prendono i nomi da due costellazioni forti, la prima ispirata alla regina d’Etiopia, la seconda al cacciatore gigante della mitologia romana e greca. Assente ovviamente Mina anche dallo schermo digitale, tanto che non resistiamo a chiedere a Massimiliano Pani se mai riusciremo a rivederla un giorno, e lui ci racconta di quanto fosse stanca della sua immagine stereotipata che vedeva ovunque, e di come, giocando sempre d’anticipo sugli altri, iniziò a trasformarla, dalla barba a Paperina per esempio, almeno una ventina di anni prima di Lady Gaga e Madonna (trovate tutto nel videoincontro a fine articolo). Ed è sempre lui a raccontarci che “quando Mina ha capito che la TV cambiava, ha deciso di fare altro concentrandosi su ciò che faceva meglio, cioè i dischi, e producendo un album doppio all’annoma questo è il primo Best Of che ha fatto proprio lei con l’idea di metterci successi suoi, grandi successi della musica italiana  e alcune perle sparse nei suoi dischi che non hanno avuto la stessa luce, come L’uomo dell’autunno e Compagna di viaggio” dice ancora Pani, che aggiunge: “la sua forza sta nella sua personalità, e nella capacità di capire subito cosa manca a un pezzo, il bello di questi dischi è la varietà…

Ci sono anche due inediti in Italian Songbook, canzoni cioè, che Mina non aveva mai interpretato, mentre per un disco di inediti assoluti pare bisognerà aspettare ancora: si tratta di Un tempo piccolo di Franco Califano, Antonio Gaudino, Alberto Laurenti già interpretata da Tiromancino e di Nel cielo dei Bars di Fred Buscaglione, che già girano in radio da qualche giorno, il primo che chiude Cassiopea, il secondo Orione. In ognuno dei due album ci sono altri 14 pezzi: “Anche un uomo” (da “Attila”, 1979) “La lontananza” (da “Sconcerto”, 2001) “Vento nel vento” (da “Paradiso”, 2018) “Caruso” (da “Ti conosco mascherina”, 1990) “Oro / La canzone del sole” (da “Canarino mannaro”, 1994) “I migliori anni della nostra vita” (da “Mina N° 0”, 1999) “Canzoni stonate” (da “Ridi pagliaccio”, 1988) “Fortissimo” (da Ti conosco mascherina”, 1990) “Malafemmena” (da Ti conosco mascherina”, 1990) “Volami nel cuore” (da “Cremona”, 1996) “Con te sarà diverso” (da “Leggera”, 1997) “Compagna di viaggio” (da “Piccolino”, 2011) “Volevo scriverti da tanto” (da “Maeba”, 2018) “L’uomo dell’autunno” (da “Piccolino”, 2011) in Cassiopea e “Va bene, va bene così” (da “Canarino mannaro”, 1994) “Oggi sono io” (da “Mina in studio”, 2001) “Portati via” (da “Bula Bula”, 2005) “Almeno tu nell’universo” (da “Pappa di latte”, 1995) “Io domani” (da “Sì buana”, 1986) “Questa canzone” (da “Piccolino”, 2011) “Che m’importa del mondo” (da “Canarino mannaro”, 1994) “Una lunga storia d’amore” (da “Uiallalla”, 1989) “Il cielo in una stanza” (da “Oggi ti amo di più”, 1988) “L’importante è finire” (da “La Mina”, 1975) “Ricominciamo” (da “Cremona”, 1996) “La sola ballerina che tu avrai” (da “Selfie”, 2014) “Parlami d’amore Mariù” (da “Lochness”, 1993) “Amara terra mia” (da “Sconcerto”, 2001) in Orione.
Tutte le registrazioni sono state riversate in digitale, editate, restaurate, rimasterizzate e rimixate sotto la supervisione della stessa Mina. Giocano con il rosso e il blu le rispettive copertine di Mauro Balletti e Gianni Ronco. L’esperimento continuerà con altri Songbook. Cassiopea e Orione sono infatti solo i primi due volumi della nuova collana di Mina, una collana di perle nel vero senso della parola o, se preferite, costellazioni di canzoni. Ecco il nostro videoincntro con Massimiliano Pani:

 

 

 

 

 

Ph PDU/Mauro Balletti

 

Don`t copy text! All Rights Reserved!