M’illumino di meno: videoincontro con Sara Zambotti e Massimo Cirri di Caterpillar

Le luci torneranno a spegnersi venerdì 26 marzo in molti luoghi, piazze, strutture, monumenti, nei palazzi delle istituzioni e della politica, nelle sedi Rai, in tutta Italia, per la diciassettesima edizione di M’illumino di meno, la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata nel 2005 da Sara Zambotti e Massimo Cirri, conduttori di Caterpillar su Rai Radio 2 che ovviamente sostiene in toto l’iniziativa con la Rai tutta. Alla presentazione di M’illumino di meno oggi alla stampa ha partecipato anche il presidente Rai Marcello Foa: “è incredibile come siano trascorsi già 17 anni da quella che era un’iniziativa curiosa e una provocazione radiofonica e invece è oggi simbolo di una nuova epoca, la sensibilità ecologica si è molto diffusa ed è al centro delle agende di molti governi” ha detto. E c’erano anche il ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani che ha invocato un “futuro sostenibile” e “il virus della sobrietà”, e il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini; e naturalmente il direttore Rai Radio2 Paola Marchesini che ha sottolineato il “gesto simbolico dello spegnimento delle luci“, e gli stessi Sara Zambotti e Massimo Cirri da lei definiti “divulgatori attivi“.

Quello a cui punta questa edizione di M’illumino di meno è un salto di specie per riuscire ad evolvere e dirigersi verso una ripresa doverosa ma il più possibile di minor impatto per l’ambiente, un’evoluzione ecologica quindi nel modo di vivere, sperando che potremmo così venir fuori dalla pandemia davvero migliori. Proprio a causa della situazione del momento, M’illumino di meno avrà in trasmissione un’attenzione particolare al comparto sanitario, raccontando di ospedali, ASL, medici e infermieri che aderiscono convinti ai temi della campagna di salvaguardia ambientale ed energetica e che saranno in collegamento nella puntata speciale di Caterpillar che il 26 marzo si allungherà dalle 18 alle 21. Ci saranno anche tanti collegamenti con le scuole, i comuni, i luoghi di cultura, aziende, e con le cosiddette persone comuni, quelle soprattutto che da diciassette anni a questa parte hanno preso spunto dall’iniziativa nata dallo storico e stoico programma radiofonico per aggiustare il tiro della propria vita e di quella di chi gli sta accanto verso modalità più ecologiche, tra tetti fotovoltaici, cappotti termici, mobilità elettrica, riduzione degli sprechi alimentari, innovazione tecnologica nell’economia circolare e che trasmettono a conduttori e agli altri ascoltatori quella “felicità di cambiare” così piacevomente contagiosa. Non per nulla M’illumino di meno ha conquistato  la Medaglia della Presidenza della Repubblica, l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Patrocinio della Camera dei Deputati, del Senato della Repubblica, del Ministero della Transizione Ecologica, del Ministero dell’Istruzione, del Ministero della Cultura, e da quest’anno anche le adesioni di tante strutture sanitarie che da oltre un anno sono in prima linea per fronteggiare il Covid: il Policlinico Gemelli e l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. La puntata speciale di Caterpillar, per la prima volta anche in video sul canale di Rai Radio 2 su RaiPlay e in podcast su RaiPlay Sound, sarà sostenuta da una programmazione dedicata che prevede servizi nei programmi televisivi e radiofonici, e nelle edizioni dei tg nazionali e regionali e in quelle dei Gr. Ecco una videosintesi della conferenza stampa di oggi con Paola Marchesini, Sara Zambotti e Massimo Cirri: