Marateale 2021 al gran finale: Carlo Verdone si racconta (video)

Carlo Verdone si racconta a Marateale 2021 Premio internazionale Basilicata. Ospite d’onore del gran finale della grande kermesse cinematografica, in corso nella suggestiva location dell’Hotel Santavenere di Maratea, reduce dal successo del suo ventisettesimo film da regista intitolato Si vive una volta sola a cui ha preso parte il collega e amico Rocco Papaleo, anche lui tra i protagonisti nei giorni scorsi di Marateale 2021, il regista e attore romano ha incontrato questa mattina i giovani presenti al Festival rivelando molto di sè, delle sue origini come teatrante prima e cineasta poi, del suo rapporto burrascoso con Sergio Leone e di quello stravagante con Federico Fellini, dicendo poi la sua sull’arte dell’attore, sul cinema, sulla situazione che stiamo vivendo e regalando qualche piccola anticipazione sulla sua serie Vita da Carlo che ha finito di girare soltanto tre giorni fa e che vedremo presto su Prime Video. “Gigante della comicità italiana, i suoi film diventati intramontabili cult hanno regalato spensieratezza, emozioni ma anche acuti spunti di riflessione per il pubblico – ha commentato il direttore artistico di Marateale Nicola Timponenessuno più di Carlo Verdone, sia nelle vesti di attore che in quelle di regista, è riuscito a focalizzare i rapidi cambiamenti della società italiana e a dar loro risonanza e attenzione sul grande schermo”. A fine articolo, una videosintesi del suo intervento.

Oggi per il gran finale Marateale 2021 ospita anche Alessio Boni, il musicista Giovanni Allevi, e le cantanti Arianna Desiré Capaldo. Ieri il protagonista è stato Matt Dillon: “non mi piace dare consigli: la chiave per avere successo in questo lavoro è focalizzarsi sulle motivazioni importanti, perché se sono sbagliate, le cose non andranno molto bene” ha detto l’attore americano. Una serata, quella di ieri, apertasi con un dibattito sul cinema alla presenza di Alberto Barbera, direttore della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, Nicola Borrelli, direttore generale del MIBACT, Maria Pia Ammirati, direttrice di Rai Fiction, e Roberto Stabile, presidente della Lucana Film Commission. A seguire la proiezione dei cortometraggi in concorso al Marateale in school. Sul palco, poi, sono salite  la performer Arianna che ha da poco pubblicato il suo nuovo singolo Beautiful Angel, e la modella e influencer Giulia Ragazzini, mentre e l’imprenditore e personaggio televisivo Gianluca Mech ha ritirato il premio speciale Cinecibo legato al festival del cinema a tema gastronomico diretto da Donato Ciociola, che da anni si propone di valorizzare la corretta alimentazione e il cinema di qualità. Momento clou della serata le interviste di Monica Marangoni e Carolina Rey a Lillo, Paolo Genovese e allo stesso Matt Dillon. Sia Ammirati che Genovese nel corso della giornata dsono stati i protagonisti di due distinte masterclass coordinate dalla giornalista Barbara Tarricone Hamilton. Ed ecco la videosintesi dell’incontro di oggi con Carlo Verdone: