Ma cosa ci dice il cervello, videointerviste a Claudia Pandolfi, Ricky Memphis e Remo Girone

Mai organizzata una rimpatriata tra ex compagni del liceo? A volte va bene, altre volte meno… A Giovanna, alias Paola Cortellesi, protagonista di Ma cosa ci dice il cervello, il nuovo film di Riccardo Milani in sala da giovedì 18 aprile, potremmo dire che tanto male non va. Ad organizzare la réunion dei cosiddetti Fantastici 5, gli amici più amici dei tempi andati, con tanto di cena sul barcone sul Tevere (siamo a Roma), è l’esuberante Tamara interpretata da Claudia Pandolfi che nella nostra videointervista ringrazia con affetto il regista: “Riccardo Milani mi scelse vent’anni anni fa per il suo film Auguri professore ed è il primo a cui devo essere davvero riconoscente, che mi ha dato la possibilità di recitare davvero: prima di quel film avevo fatto solo ruoli a me congeniali mentre è la cosa più divertente cambiare maschera…” Poi sul suo personaggio in Ma cosa ci dice il cervello ci racconta: “Tamara è l’amica del cuore di Giovanna che torna quando lei meno se lo aspetta, loro erano le amichette del cuore che si confidavano i segreti, adesso sono cresciute ma Tamara ha sempre questa virtù di contagiare con la sua esuberanza il gruppo degli amici, è la quota gioiosa dei Fantastici 5…

Esuberanza che però a quanto pare soccombe a fronte del suo vessatore: Tamara infatti fa la hostess e ha qualcuno, un arrogante manager sempre in viaggio nella business class del volo Roma-Londra (Alessandro Roia), che non la tratta proprio bene: “è l’altra medaglia di tutte le cose della vita, è l’aspetto meno piacevole – ci dice ancora Claudia Pandolfisiamo un po’ succubi delle cattive abitudini ormai tanto diffuse; è che servirebbe nelle nostre vite una Giovanna che improvvisamente ci riscatta…” Già perché Giovanna (QUI la nostra videointervista a Paola Cortellesi) non solo salva il Paese dagli attacchi di criminali internazionali, ma nella sua vita segreta di agente segreto dove tutto è segreto, si preoccupa pure di vendicare i suoi amici, ognuno dei quali è vittima di qualche bullo, e non solo Tamara: l’insegnante Roberto, amore segreto di Giovanna, ad esempio, lo è dei suoi studenti, come ci racconta Stefano Fresi che lo interpreta nella videointervista che trovate QUI; la pediatra Francesca (Lucia Mascino) dell’arroganter e saccente madre di una sua piccola paziente (Paola Minaccioni); l’allenatore Marco (Vinicio Marchioni) del padre di uno dei suoi calciatori in erba, tal signor Carocci, interpretato da Ricky Memphis, che a giugno vedremo ancora al cinema nell’opera prima di Giorgio Tirabassi, Il grande salto, dove  interpreta un ladro sfigato, e che nella nostra comoda videointervista ci parla così del suo personaggio in Ma cosa ci dice il cervello: “è il classico genitore fuori di testa che non solo pensa che il figlio possa essere Totti, Messi o Cristiano Ronaldo, ma di essere lui stesso un grande esperto di calcio, esperto di tutto… sono quelle persone pesanti, un vessatore… io li ho visti, ha giocato a calcio pure mio figlio e ne ho visti…

Delle piccole vendette private di Giovanna si accorgerà anche il suo capo, ad interpretarlo, prestandosi al gioco, è un divertito Remo Girone: “mi sono divertito molto a fare questo film – ci racconta nella nostra videointervista – Ma cosa ci dice il cervello è un film della tradizione della satira e della commedia latina… Riccardo Milani e Paola Cortellesi si sono molto documentati su come funzionano le cose nei servizi segreti, per i quali nella vita quotidiana è importante la non notizia, e questo è vero… e credo anche che abbiano conosciuto qualcuno per darmi delle indicazioni sul mio personaggio… “ Ecco allora le nostre videointerviste a Claudia Pandolfi, Ricky Memphis e Remo Girone:

diam tristique leo id venenatis Phasellus leo. mi, in