L’Eros lontano di Lidia Sella al Parenti di Milano

Amore, passione, eros. C’è ancora spazio per loro in una società che corre, dove i rapporti virtuali prendono il posto di vicinanze vere fatte di parole e respiri? O per loro non c’è che altro luogo lontano da noi? Eros, il dio lontano – Visioni sull’amore in Occidente è il titolo della raccolta di poesie di Lidia Sella, scrittrice e giornalista milanese, edita da La Vita Felice, che giovedì 5 maggio alle 20.30 sarà protagonista di una lettura teatrale a tre voci sul palcoscenico del Teatro Parenti di Milano, con “la speranza – rivela l’autrice – che il mio pensiero critico sul rapporto uomo/donna trovi così un nuovo canale di diffusione”. A recitare alcune liriche scelte da Eros, il dio lontano saranno Ruggero Dondi, Tommaso Banfi e Marta Comerio. “L’autrice processa Eros, lo implora, lo sogna, lo allontana, lo quantizza, lo perdona – scrive Armando Torno nella postfazione – E poi lo rende eterno. Ne ricama il destino, gli chiede in dono l’illusione di non morire del tutto, lo osserva mentre ozia, indugia, divaga, inciampa; ne registra la latitanza. Eros adesso è stanco. Nella nostra civiltà soffre. È diventato prudente, calcolatore, si offre online, si dibatte nella ragnatela del nulla”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.