Lady Gaga a Venezia 75: Bradley Cooper mi ha detto ‘niente make up’ (video)

Una Lady Gaga come non l’avete mai vista, senza trucco e senza inganno, tanto per dire una, al suo esordio cinematografico in A star is born, quarto remake del celeberrino film firmato stavolta da Bradley Cooper che è anche coprotagonista, oltre che cosceneggiatore e produttore, presentato da entrambi, affiatatissimi e in vena di complimenti reciproci, a Venezia 75 in prima mondiale e fuori concorso, dove Lady Gaga fa la talentuosa ma un po’ timida Ally, ruolo che fu già di Janet Gaynor, Judy Garland e Barbra Streisand, cantante rassegnata a non diventare nessuno perché non molto appariscente, e Bradley Cooper è il bel musicista Jackson Maine con problemi di alcol e depressione che se ne innamora e le dà la forza di tentare ancora. Cantano entrambi, e pure insieme. A star is born ovvero È nata una stella arriverà nelle nostre sale l’11 ottobre con Warner Bros.Pictures.

È una bellissima storia e può toccare il cuore delle persone in tutto il mondo – ha detto Lady Gaga in conferenza stampa alla Mostra del Cinema di Venezia come potete vedere nel video a fine articolo – è una storia d’amore, che parla dell’essere umano e per me è stata un’esperienza fantastica. La sfida è stata nel fatto che all’inizio del film Ally è completamente diversa da me: quando io sono entrata nel mondo dell’industria discografica e ho deciso che volevo diventare una cantante professionista avevo 19 anni e correvo continuamente, portavo il mio piano da un bar a un altro, cercando lavoro e cantando per la gente, e credevo davvero in me stessa. Ally invece non ha fiducia in sé stessa all’inizio del film, soltanto la relazione con Jack e il loro amore le fanno credere di nuovo nella vita”. Poi racconta di come Bradley Cooper l’abbia “costretta” a svelarsi e a mostrarsi per la prima volta al pubblico senza alcun trucco: “Sin dall’inizio della mia carriera mi piace trasformarmi, rappresentare e interpretare diversi personaggi fa parte della mia arte e della mia musica – ha spiegato Lady Gaga –  ma è stata meravigliosa l’esperienza con Bradley, che è un regista fantastico, che mi ha voluto con niente, e ricordo perfettamente quando ci siamo incontrati a casa mia per parlare di A star is born che lui aveva in mano una salvietta struccante, e ha iniziato a togliere piano piano il make up dalla mia faccia e ha detto ‘niente make up’… questa vulnerabilità che in qualche modo ho provato e che per qualcuno è necessaria da provare ogni tanto, è stata un’esperienza speciale per me, lui mi ha resa così libera e allo stesso tempo ha capito che potevamo lavorarci, proprio come un visionario, e io ho così realizzato il mio sogno di fare l’attrice e sono molto fortunata ad essere qui…”

Sono così fortunato ad aver lavorato con lei – ha aggiunto poi di rimando Bradley Coopermi ha fatto subito sentire sicuro della mia scelta permettendomi di sentirmi tranquillo sul set, del resto  per capire il suo talento basta guardare con quanta naturalezza e credibilità sia riuscita ad interpretare la scena in cui Ally sale per la prima volta su un palco, lei che è una vera e grande stella del mondo della musica e che si è esibita pure al Super Bowl… e poi è stato davvero fantastico vedere da vicino questa meravigliosa artista che si esibiva: quando cominciava a cantare, si alzava la temperatura e tutti sul set restavano incantati”.

Ecco una parte dell’intervento di Lady Gaga in conferenza stampa ieri a Venezia 75 e la sfilata di Lady Gaga e Bradley Cooper sul red carpet della Mostra del Cinema: