La Sposa: videointervista a Serena Rossi e Giorgio Marchesi

Negli anni Sessanta, per non far mancare nulla in quanto a soprusi e violenze alle donne, si usava vendere una figlia a un uomo del nord che se la portava via. Tecnicamente si chiamava – e in alcuni posti purtroppo si chiama tuttora – matrimonio per procura, perché poteva capitare che al sud scendesse un altro membro della famiglia in vece del futuro marito e che appunto la cerimonia si celebrasse con uno sposo fittizio. Quando la malcapitata arrivava a destinazione, poteva trovare chiunque. E quel chiunque era e sarebbe rimasto per sempre suo marito. Storia triste quindi quella di Maria, protagonista de La Sposa, miniserie in tre serate da domenica 16 gennaio su Rai1, interpretata da Serena Rossi. Un ruolo non proprio consono all’attrice napoletana che tutti ammiriamo per la sua solarità che trasmette ai personaggi che interpreta, basta pensare a Mina Settembre, eppure anche in questo caso Maria ha molto di Serena… Al suo fianco Giorgio Marchesi nel ruolo di Italo, il marito per procura che se la ritrova in casa per opera dello zio Vittorio, interpretato da Maurizio Donadoni, uomo decisamente rude, un cavernicolo insomma, che tratta Maria come neanche una bestia da soma e da riproduzione andrebbe trattata. Poi però, lentamente, le cose cambieranno. E il merito sarà ovviamente tutto di Maria.

Perché noi donne saremo pure votate al sacrificio in nome della felicità altrui – anche se in questo caso specifico la posta era più o meno la sopravvivenza della sua famiglia – ma poi siamo anche capaci di cambiare le cose, o almeno di provarci, con tutte le nostre forze. Si chiama emancipazione femminile. Di questo e anche di parità di genere e di differenze sociali e culturali ed economiche tra il nord e il sud di uno stesso Paese che persistono ancora oggi, seppure non così marcate, tratta La Sposa, il tutto dal punto di vista di un’eroina che sì, all’inizio non appare proprio tale, ma lasciatela carburare….

A illuminare la storia, resa oscura dal buio in cui Italo è caduto dopo la misteriosa scomparsa della prima moglie, tanto da dimenticarsi persino di suo figlio, è proprio quel bambino, cui dà vita il piccolo Antonio Nicolai, che Maria riesce a strappare alla solitudine, al mutismo e all’abbrutimento. E diverse scene quasi bucoliche che vedono Serena Rossi alle prese con la mungitura di una mucca, per esempio, cosa che ha testardamente voluto imparare a fare per davvero, come ci racconta nella nostra videointervista

Coprodotta da Rai Fiction e Endemol Shine Italy, scritta da Valia Santella, che firma anche la sceneggiatura insieme a Eleonora Cimpanelli e Antonio Manca, e diretta da Giacomo Campiotti, La Sposa vede nel cast anche Mario Sgueglia a dare corpo e anima ad Antonio, amore perduto di Maria, Antonella Prisco, Giulia D’aloia, Marilla Lo Sardo, Matteo Valentini. Ed ecco la nostra videointervista a Serena Rossi e Giorgio Marchesi: