La profezia dell’Armadillo con Simone Liberati e Pietro Castellitto, videointervista

Arriverà al cinema più o meno ad ottobre ma si parla già da tempo de La profezia dell’Armadillo, il lungometraggio tratto dalla graphic novel autobiografica di Zerocalcare che è diretto dall’esordiente Emanuele Scaringi con tanta esperienza di corti, interpreti principali Simone Liberati (Cuori puri) nel ruolo di Zero, Pietro Castellitto (Venuto al mondo) in quello di Secco, Laura Morante che fa Lady Cocca, mamma di Zero, tecnologicamente lontana anni luce dal figlio, Valerio Aprea, Claudia Pandolfi, Teco Celio e Diana Del Bufalo (qui la nostra videointervista a Diana Del Bufalo in cui ci ha accennato a questo film). A scriverlo lo stesso Zerocalcare, Valerio Mastandrea, Oscar Glioti e Pietro Martinelli, a produrlo Fandango con Rai Cinema.

La storia della versione da grande schermo de La profezia dell’Armadillo è un po’ quella delle celebri strisce: Zero ha poco meno di trent’anni, vive a Roma a Tiburtina Valley, quartiere periferico di Rebibbia, fa il disegnatore ma non ci campa così si inventa la qualunque, per esempio dà ripetizioni di francese oppure attacca manifesti abusivi, quando va meglio disegna locandine per gruppi punk, correndo sempre da un punto all’altro della città con i potenti mezzi pubblici senza mai mancare le sue consuete visite alla madre. A fargli compagnia c’è il fedele amico di sempre Secco, e anche il rimorso di non aver mai dichiarato il suo amore a Camille, sua ex compagna di scuola morta. E poi c’è l’armadillo, questo strano animale che è un po’ la sua coscienza e gli racconta pure come va il mondo. Ed è strettissimo il riserbo su come verrà rappresentato sul grande schermo, mentre già sappiamo che nel nuovo libro di Zerocalcare dal titolo Macerie Prime uscito lo scorso novembre, e che tra circa un mese sarà seguito da un sequel, il suo posto viene preso da un Panda cattivo e pure “un po’ stronzo”.

La profezia dell’Armadillo, il film, è stato pre-presentato questo week end con un incontro al Romics, la rassegna internazionale del fumetto, del cinema d’animazione e dei games, che negli ultimi tre giorni ha animato la Fiera di Roma, occasione in cui abbiamo incontrato i due protagonisti. Ecco dunque la nostra videointervista a Simone Liberati e Pietro Castellitto: