Italia’s Got Talent, vince Simone Al Ani, il manipolatore di palle e cerchi

È Simone Al Ani, il manipolatore dinamico di palle e cerchi e artista di strada, il vincitore di Italia’s Got Talent versione Sky Uno, che si porta dunque a casa il premio di 100mila Euro e un viaggio a Las Vegas dove potrà esibirsi al V Theatre. A decretarlo il pubblico da casa, ad annunciarlo a fine serata è stato l’ospite d’onore Simon Cowell, padre di tutti i talent, che forse proprio per questo si è confuso e ha proclamato: “the winner of XFactor Italia is…”. Capita.

Il 27enne di Sirmione, nel bresciano, ha battuto tutti, pure i quattro irresistibili ballerini acrobati bambini triestini in arte Straduri Killa, che la Incontrada ha continuato per tutta la sera a chiamare Straduri Killas (allora forse è vero che gli spagnoli mettono sempre la s a fine parola), e i due coraggiosi ragazzi calabresi Shark&Groove, persino il ballerino contorsionista quasi muto e inespressivo – ma mi sa che ci fa più che ci è – Cisky, e i fantastici Vanity Crew che ballano sui tacchi meglio della Cuccarini dei tempi migliori.

Termina così, almeno per quest’anno, l’avventura dei giudici Luciana Littizzetto, Claudio Bisio, Frank Matano e Nina Zilli e della conduttrice Vanessa Incontrada che in una sorta di cross over molto anticipato ha passato il testimone ad Alessandro Cattelan, presentatore del suo quinto XFactor al via settembre, altro talent show di punta di Sky.