Il Cacciatore, videointerviste a Roberta Caronia e Claudio Castrogiovanni

La moglie del boss è un ruolo che ha sempre suscitato un certo fascino. Nel male, certo, ma poi vai a capire… perché è qui, proprio su quel vai a capire che punta tutto Roberta Caronia che ne Il Cacciatore, la nuova serie di Rai 2 tratta dal libro Cacciatore di mafiosi del magistrato Alfonso Sabella, al via mercoledì 14 marzo, è Vincenzina Marchese, moglie del boss Leoluca Bagarella cui da la caccia il protagonista Saverio Barone interpretato da Francesco Montanari (qui la nostra videointervista a Francesco Montanari): “una donna reale, un personaggio realmente esistito che aveva molti chiaroscuri – ci dice Roberta Caronia nella nostra videointervista che trovate a fine articolo – una donna che lo stesso Sabella descrive nel suo libro come donna solitaria e tendenzialmente depressa, difficile da inquadrare”. Poi ci racconta come ha voluto entrare in un personaggio pur negativo, visto che è la compagna di vita e di latitanza di un capomafia: “è difficile entrare nel loro privato – ci spiega ancora Roberta Caroniapiù facile per noi tenerli lontano perché non vogliamo giustificarli, ma credo che possiamo comunque trovare il modo di comprendere il perché delle loro azioni, e l’attore fa questo, cerca di entrare nell’animo umano”. Non è stato semplice neanche per Claudio Castrogiovanni diventare Nino Mangano, braccio destro di Bagarella, detto anche Don Luchino, e contabile dei Corleonesi: “un personaggio inquietante – ci racconta Claudio Castrogiovanni nella nostra videointervista – puntiglioso e ossessionato dai particolari, il factotum di Bagarella sul campo, quello che si occupava di fare il lavoro sporco”. Insomma, un altro ruolo da cattivo per l’attore catanese che abbiamo già visto nei panni di Luciano Liggio ne Il capo dei capi, forse, dice lui stesso scherzando, per la sua faccia “archetipica e melodrammatica”… Le nostre videointerviste a Roberta Caronia e Claudio Castrogiovanni: