Giornata Mondiale della Terra: Giovanni Allevi presenta ‘The First Embrace’. Film e mostre a tema

Credo che non esista gesto più sublime del primo abbraccio: quello tra la madre e il suo neonato, quello tra due amanti, quello tra la Terra e i suoi abitanti. Il tempo si ferma, ogni preoccupazione finisce momentaneamente sullo sfondo, l’amore avvolge ogni cosa con la Giovanni akevi sua calda presenza…” Così Giovanni Allevi, ospite illustre della terza edizione di #OnePeopleOnePlanet, la maratona multimediale in live streaming fino alle 22.30 di oggi, venerdì 22 aprile, su Raiplay, quest’anno dalla Nuvola di Fuksas di Roma, per celebrare la 52esima Giornata Mondiale della Terra delle Nazioni Unite. European Ambassador di Earth Day, il Maestro Giovanni Allevi esegue per l’occasione e in prima assoluta, in diretta tv e streaming, il nuovo brano inedito per piano solo The First Embrace, dedicato alla Madre Terra che accoglie ogni essere umano sin dalla sua nascita e a cui dobbiamo amore e rispetto. “Le note di questo brano raccontano il primo abbraccio, grazie alla sua melodia dolcissima, lenta e struggente – dice ancora Giovanni Allevieppure l’apparente semplicità nasconde una ricerca spasmodica del metafisico, la fotografia impalpabile di uno stato d’animo, accolto da una melodia che si esprime attraverso la sofficità del suono che solo il mio amato pianoforte Bosendorfer riesce ad esprimere. Adoro questo brano perché spero possa portare sollievo all’umanità dispersa e gettata nell’esistenza di questo momento storico tanto difficile, per allontanarsi anche solo per pochi minuti in una personale culla dell’anima“. Una data live d’eccezione all’interno del nuovo tour europeo ESTASI del M° Allevi, partito con il doppio sold out di Roma e Milano e che continuerà con numerosi appuntamenti. The First Embrace è da oggi, 22 aprile, disponibile su tutte le piattaforme digitali del mondo. 

Dal 1970 la ONG Earth Day – riconosciuta dal Segretariato Generale dell’ONU – organizza il momento di sensibilizzazione ambientale più impattante al mondo con miliardi di persone mobilitate ogni anno attraverso l’opera di 75mila partners distribuiti nei 193 Paesi membri delle Nazioni Unite. #OnePeopleOnePlanet – che caratterizza le celebrazioni italiane – nasce dagli sforzi di due organizzazioni – Earth Day Italia e Movimento dei Focolari – che hanno dato vita al Villaggio per la Terra di Villa Borghese inaugurato a sorpresa da Papa Francesco nel 2016 all’indomani dello storico accordo sul clima di Parigi. Dal 2020, a causa dell’emergenza COVID, la manifestazione ambientale più partecipata d’Italia è stata sostituita con incredibile successo dalla maratona multimediale #OnePeopleOnePlanet. Evento reso possibile da una felice collaborazione con la RAI Radio Televisione Italiana sempre più impegnata sui temi dell’emergenza climatica e sull’urgenza di offrire un servizio pubblico di informazione capace di dare voce alla società civile. Così per il terzo anno consecutivo è ancora RaiPlay a trasmettere in diretta streaming l’intera giornata su www.raiplay.it/dirette/raiplay2.

La staffetta di voci e di cuori – così la definiscono gli organizzatori – prosegue ininterrottamente fino alle 22.30 dall’Auditorium della Nuvola di Fuksas con centinaia di ospiti in presenza e in collegamento da diverse parti del mondo, attraversando diversi momenti ognuno condotto da un diverso giornalista, conduttore o presentatore televisivo. Un grande spettacolo e un grande laboratorio di dialogo che attraversa gli infiniti mondi dell’arte e della cultura, dello sport e dello spettacolo, dell’educazione e del divertimento, della scienza e dell’innovazione, dell’attualità e del dibattito. Tra i più importanti protagonisti, i Giovani che dallo scorso anno sono stati ufficialmente coinvolti dalle Nazioni Unite nei negoziati sul Clima con la COP GIOVANI voluta e promossa dal Governo italiano.

Anche Sky celebra l’EARTH DAY con una programmazione interamente dedicata alle tematiche ambientali, ai temi dell’ecologia e della sostenibilità. Dal 22 al 24 aprile, Sky Nature il canale che sin dalla sua nascita è una lente d’ingrandimento proprio sulla salvaguardia dell’ambiente, dedica un intero week-end di programmazione al tema. Si comincia stasera con Domani dove si parla di orti urbani e agricoltura sostenibile, di permaculture, di fonti energetiche rinnovabili, di compostaggio, di città come Copenghagen nella quale il 65% dei cittadini non usa l’automobile, di revisione di un modello economico che mira alla crescita indefinita, di monete locali per ecosistemi economici complementari, di leggi della Terra e di diritti umani, di un modello educativo basato su fiducia e tolleranza e collaborazione. Tra i titoli più attesi anche Uomo e Terra Un solo destino, in onda domenica 24 aprile alle 21.15.

E da oggi, venerdì 22 aprile, sono disponibili in esclusiva su Disney+ LAST TEPUI: vette inesplorate e Ritorno alla fattoria dei nostri sogni, i due speciali di National Geographic per celebrare la Giornata della Terra. Un viaggio attorno al mondo, dalle foreste pluviali della Guyana alle fattorie della California, per testimoniare e celebrare la diversità e la resilienza del nostro pianeta e delle specie che lo abitano. Girati in alcuni degli ambienti più affascinanti, ricchi di biodiversità e misteriosi del mondo, questi speciali offrono agli spettatori uno sguardo approfondito sulle meraviglie della Terra, i suoi ecosistemi e i suoi abitanti, alle prese con enormi cambiamenti ambientali e pericoli.

Segnaliamo anche una mostra a tema: the rooom presenta La prima Cosa bella, una serata evento che l’artista Gianluca Chiodi dedica oggi alla Madre Terra a Palazzo Aldrovandi Montanari di Bologna.