Gabriel Garko torna sul set con Sull’orlo dell’oblio, videoincontro

Gabriel Garko torna sul set dopo quattro anni di assenza dalle scene, e dopo gli scandali che negli ultimi tempi lo hanno coinvolto tanto da fargli parlare di “gogna mediatica”, dal caso Ares al suo coming out (eh già, nel 2021 ancora fa notizia un coming out…) L’attore torinese dunque torna al lavoro in un film dal respiro internazionale ma che si girerà a Civitanova Marche, nel maceratese, intitolato Sull’orlo dell’oblio e diretto da Carlo Fusco che lo vedrà a fianco di John Malkovich, Nicholas Cage, Eric Roberts e Ieva Lykos. Oggi nel corso di una conferenza stampa indetta proprio per annunciare l’inizio delle riprese, è stato rivelato che Sull’orlo dell’oblio tratterà un tema molto delicato e importante, quello dell’alcolismo di cui resta vittima una donna, interpretata da Ieva Lykos, che è anche una madre. “Quella del film è una tematica che mi sta molto a cuore – ha spiegato il regista Carlo Fuscoperché c’è tanta ignoranza sull’alcolismo, dietro al quale c’è un problema molto profondo che parte dalla depressione, e da lì chi arriva all’alcol e chi alla droga,  che non va sottovalutato ma va curato. Nel film non si vedrà però solo la patologia, ma anche coloro che stanno vicino a chi è alcolizzato. Sull’orlo dell’oblio è un film corale, la protagonista è la donna alcolizzata interpretata da Ieva mentre Gabriel Garko interpreta l’unico uomo che le resta vicino, cercando di capirla. John Malkovich e Nicholas Cage interpretano due avvocati, diciamo i cattivi della storia”. Poi aabbiamo rivolto un paio di domande a Gabriel Garko: