Fregene 37.1 l’estate al tempo del Covid secondo gli Actual

L’estate è arrivata, il caldo torrido pure, tempo di vacanze… sì ma come potremmo trascorrere quest’anno le nostre ferie, al mare magari, vista la situazione ancora a rischio per il Coronavirus? Ecco allora che tra misurazione della temperatura, mascherine, distanziamento sociale e sanificazione a gogò, l’estate al tempo del Covid diventa una fiction, anzi, una Facebook serie firmata dagli Actual, il duo comico romano formato da Andrea Venditti e Lorenzo Tiberia, che lanciano la prima serie italiana in onda esclusivamente sui Social Network, in primis sulla loro pagina: Fregene 37.1 Con ironia e tutto ciò che serve per sdrammatizzare e, quanto possibile, riderci o almeno sorriderci su, Fregene 37.1 racconta in 9 divertenti episodi le avventure di due “sceriffi della prevenzione anti coronavirus” interpretati dagli Actual, appunto, assunti per controllare l’ingresso di uno stabilimento balneare di Fregene, nota località balneare del litorale capitolino. “Durante il lockdown – spiegano Andrea Venditti e Lorenzo Tiberia avevamo paura di come potesse essere l’estate al mare con le distanze e le mascherine, e con queste nuove figure mitologiche degli addetti alla temperatura e al controllo degli spazi. Abbiamo così voluto ironizzare su tutto questo in un periodo, quello estivo, in cui c’è voglia di farsi due risate e cercare di rilassarsi un po’ dopo questi mesi che sono stati davvero difficili per tutti”. Eccoli dunque i nostri due antieroi armati di termometri a infrarossi bloccare ogni avventore “perché anche 37.1 è considerato un febbrone” dicono convinti. I due sono assolutamente ligi al dovere, anche se magari ne approfittano un po’ per chiedere numeri di telefono alle bagnanti più carine inserendo tale attività tra quelle rigorosamente di prevenzione… Non manca una puntata tutta dedicata ai nuovi eroi dell’anno, gli infermieri, dove Andrea e Lorenzo si abbracciano felici – ma potrebbero farlo? – per averne conosciuto uno vero tra i frequentatori del lido. (QUI il link al primo episodio)