Ficarra e Picone e il nuovo film su Gesù ed Erode

A quasi tre anni da L’Ora legale, film campione d’incassi in cui raccontavano di brogli elettorali, Ficarra e Picone tornano al cinema per raccontarci a loro modo della natività. Il nuovo film, il settimo per il duo palermitano, come sempre regista e protagonista, non ha ancora un titolo ma le riprese sono appena finite e la storia ve la possiamo anticipare. È quella di Salvo e Valentino – i veri nomi di Ficarra e Picone – uno che fa il ladro e l’altro che fa il prete, che per vicissitudini varie che non stiamo qui a svelarvi, si ritroveranno insieme a viaggiare indietro nel tempo approdando fino all’Anno Zero, quindi alla nascita di Cristo attorno alla quale girerà tutta la vicenda, e ad entrare… nel presepe. Naturalmente come in ogni viaggio che si rispetti, gli incontri non mancano, così Salvo e Valentino se la vedranno, tra gli altri, anche con un inedito Erode, interpretato da Massimo Popolizio.

Le riprese sono durante 10 settimane e si sono svolte tra l’Italia, soprattutto Roma e Arpino, nel frusinate, e il Marocco, ad Ouarzazate per la precisione, dove è stato ricreato il mondo di oltre duemila anni fa. Scritto dagli stessi Ficarra e Picone con Nicola Guaglianone e Fabrizio Testini e prodotto da Attilio De Razza per Tramp Limited, il film sarà ovviamente in sala per Natale, esattamente dal 12 dicembre con Medusa e con la fotografia di Daniele Cipri, i costumi di Cristina Francioni e la scenografia di Francesco Frigeri.