Ermal Meta e Fabrizio Moro vincono Sanremo 2018, video

Dopo le polemiche, la sospensione e la riammissione, a vincere Sanrmo 2018 sono dunque proprio Ermal Meta e Fabrizio Moro con Non mi avete fatto niente, il primo ha dedicato il premio al figlio Libero, il scondo alla sua casa discografica Mescal. Al secondo posto si piazza Lo Stato Sociale, terza Annalisa. La proclamazione al termine di una lunga serata condotta con maestria e ironia da un sorprendente Claudio Baglioni, dittatore ma anche mattatore artistico del Festival dei record che ha richiamato i giovani, da una straordinaria padrona di casa e della scena che si chiama Michelle Hunziker e da una rivelazione del canto e della leggerezza che è un sempre grande Pierfrancesco Favino. Serata apertasi con Il ballo delle incertezze interpretata da Ultimo, il vincitore delle Nuove Proposte che si scorda un po’ le parole per l’emozione. Poi, tra la poetica e morbida Passame er sale di Barbarossa, l’energica Frida dei Kolors e la standing ovation a Ornella Vanoni e la standing ballation (pure in sala stampa) allo Stato Sociale, in anteprima mondiale Non è detto, il nuovo pezzo della rediviva Laura Pausini che ha battuto in tre giorni raucedine e influenza per catapultarsi a Sanremo accolta al telefono dallo scaldapubblico Fiorello, altra standing ovation per la coppia Baglioni Pausini in Avrai, per chiudere lo show dell’ugola faentina fuori dall’Ariston a condividere il microfono con le sue fan in delirio. Fino a una commovente e intensa prova d’attore di Favino a introdurre Fiorella Mannoia con Mio fratello che guardi il mondo di Ivano Fossati cantata con Baglioni. Ecco le dichiarazioni a caldo dei vincitori di Sanremo 2018:

A Ron con Almeno pensami il premio della Critica Mia Martini dalla sala Stampa Roof dell’Ariston. Premio Sala Stampa Lucio Dalla (radio-Tv-Web) allo Stato Sociale. Premio Sergio Endrigo per la miglior interpretazione a Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico. Premio Sergio Bardotti per il miglior testo a Mirkoeilcane. Premio Giancarlo Bigazzi alla miglior composizione musicale a Max Gazzè. Premio Tim Music a Ermal Meta e Fabrizio Moro. Le altre posizioni in classifica dei Campioni:

4 Ron

5 Vanoni Bungaro Pacifico

6 Max Gazzè

7 Luca Barbarossa

8 Diodato e Roy Paci

9 The Kolors

10 Giovanni Caccamo

11 Le Vibrazioni

12 Enzo Avitabile e Peppe Servillo

13 Renzo Rubino

14 Noemi

15 Red Canzian

16 Decibel

17 Nina Zilli

18 Roby Facchinetti e Riccardo Fogli

19 Mario Biondi

20 Elio e le Storie Tese