Due botte a settimana! tre attori per dieci personaggi

Il produttore Stefano Toro (Stefano Sarcinelli) confida al suo psicoanalista i suoi disagi esistenziali e le sue frustrazioni dovute essenzialmente alla mancanza di una figura materna e all’ingombrante figura paterna (Marco Marzocca). Il suo lavoro consiste anche nell’organizzare audizioni: tra i tanti personaggi arriva persino Rocco Siffredi (Leonardo Fiaschi) deciso a redimersi interpretando favole. Ma non sono soltanto questi i personaggi di Due botte a settimana! in scena da martedì 21 a domenica 2 febbraio al Teatro Roma della Capitale, commedia brillante scritta e diretta da Marco Marzocca e Stefano Sarcinelli, con le scenografie di Bruno Buonincontri ed Elisabetta Maestri, i costumi di Betti Bimbi e le musiche di Leonardo Fiaschi. A far ridere le debolezze umane che sono un po’ di tutti, anche grazie al linguaggio comico, tra equivoci, coincidenze e bugie che si susseguono a ritmo serrato. Dieci in realtà i personaggi interpretati tutti, con umorismo e tanta ironia, da tre soli artisti, i già citati Marco Marzocca, che non può lasciarci senza l’ormai celeberrimo domestico filippino Ariel, Leonardo Fiaschi e Stefano Sarcinelli. Due Botte a Settimana!, dal finale a dir poco sorprendente, rompe anche la cosiddetta quarta parete, con i suoi protagonisti che invadono continuamente lo spazio del pubblico.