Ciro Priello e Fabio Balsamo conducono ‘Indovina la canzone’: “fa ridere chi rompe gli schemi e si mette in gioco”

Non è facile far ridere. Ma c’è chi sa farlo bene e ne conosce il segreto. Come Ciro Priello e Fabio Balsamo che da martedì 26 aprile debuttano alla conduzione della terza edizione di Name That Tune Indovina la Canzone, il game show musicale di TV8 che sarà dunque tutto in stile The Jackal. Dopo le due precedenti condotte da Enrico Papi, questa terza edizione vedrà infatti al timone due pezzi dell’amatissimo collettivo napoletano (mentre gli altri due, Fru e Aurora, sono a Pechino Express, e il primo anche al cinema ne La cena perfetta). Il format è quello creato per la NBC da Harry Salter nel 1952, dal quale discese anche Sarabanda.

Il programma lo conoscevamo già – raccontano Ciro Priello e Fabio Balsamo in conferenza stampa – abbiamo tenuto conto dei punti di forza e poi abbiamo inserito il nostro stile. La componente nuova è la fiction…” Poi sulle difficoltà incontrate: “per me non è stato facile trovare i tempi di inserimento tra i vari concorrenti che urlano, capire quando Ciro ha bisogno di me e individuare i tempi morti in cui inserirmi” ha detto Fabio. “Ho capito che il meccanismo comunicativo della televisione è differente da quello cui siamo abituati, in pratica ignoravamo la telecamera, e invece ci devi fare l’amore” aggiunge Ciro.

A quest’ultimo il compito di gestire i tempi, le due squadre e anche Fabio, cui va invece il ruolo di disturbatore che rompe gli schemi.  Abbiamo chiesto a entrambi, che fanno tanto ridere, cosa invece fa ridere loro di questo show, e l‘importanza della scelta dei concorrenti, alcuni dei quali sembra davvero improbabile immaginarli nello stesso show, tipo Rocco Siffredi e Iva Zanicchi, o Morgan e Sabrina Salerno, per esempio…

Si, effettivamente i concorrenti sono anche un po’ il sale di Name That Tune Indovina la Canzone  – ci risponde Ciro Prielloe la loro diversità di esperienze, e anagrafica, insomma, ci permette di giocare al meglio a questo gioco. Un gioco che mi fa tanto tanto ridere è il Lyp Sinc Duel perché, almeno nella prima puntata, quando vediamo un Rocco Siffredi, professionista eccellente, che studia le canzoni, le movenze e il labiale come non ho mai visto fare prima… E soprattutto La canzone recitata, che è un gioco nuovo proprio di questa edizione di Indovina la canzone che abbiamo pensato proprio con Fabio. E come avrete capito dall’anteprima che avete visto, Fabio declama dei versi di canzoni famosissime e i concorrenti devono capire di quale canzone si tratta. Solo che lui con il suo modo aulico di recitare i versi di quelle canzoni, mi sorprende ogni volta e mi fa tanto ridere” 

Beh, diciamo che è giusto ogni tanto riportare il fulcro della trasmissione a chi a fare veramente arte e ha fatto un percorso, quanto meno… – ribatte ironico Fabio BalsamoA me fa ridere come Ciro chi sa prendersi in giro, la rottura degli schemi. La stessa Iva Zanicchi, che è comunque un’icona della nostra musica, che si mette in gioco con Lyp Sinc Duel è stato molto divertente. Chi rompe lo schema e ironizza su di sé fa ridere di gusto, e dà un messaggio molto importante”.

Con la terza edizione di Name That Tune Indovina la Canzone si riaccende dunque la gara musicale tra VIP prodotta da Banijay Italia, che vede battersi uomini contro donne: due squadre composte da quattro VIP ciascuna, provenienti dal mondo della musica, dello spettacolo e del cinema, si sfidano fino all’ultima nota a suon di canzoni e di musica. Si parte dalla prima puntata con Iva Zanicchi, Sabrina Salerno, Michela Giraud e Mietta che lanciano il guanto di sfida a Morgan, Riki, Pierpaolo Pretelli e Rocco Siffredi. Si comincia con Playlist, in cui i concorrenti devono indovinare i titoli che compongono i medley di canzoni a tema, per aggiudicarsi il primo jolly. Una delle playlist proposte è selezionata da Radio Deejay, media partner del programma.

La seconda manche, Cuffie, rivela l’intesa tra i componenti di ciascuna squadra: tre di loro devono infatti mimare il titolo della canzone da far indovinare al compagno. I componenti delle due squadre sono poi chiamati a scovare l’identità di tre Cantanti Misteriosi, con solo pochi indizi a disposizione. Esilarante, come confermato anche dagli stessi Ciro Priello e Fabio Balsamo, il Lip Sync Duel, in cui uno dei concorrenti deve muovere il labiale in sincrono con il video originale della canzone. Imperdibile la sfida della prima puntata, che si consuma tra i già citati Iva Zanicchi e Rocco Siffredi.

Novità di questa edizione è la Canzone Recitata già spiegata dai due conduttori. Il crescendo della gara conduce all’Asta Musicale cui partecipa tutta la squadra, per indovinare con poche note, o anche una sola, la canzone che si cela dietro un indizio, spesso molto sibillino. La gara si chiude, come da tradizione, con l’attesissimo Sette per Trenta, la sfida delle sfide. 30 secondi a disposizione per indovinare sette brani, ma riconoscere la canzone non basta, bisogna darle il titolo esatto. Un solo concorrente si gioca così la vittoria di tutta la squadra, ma potrà chiedere l’aiuto dei compagni mettendo in campo i jolly guadagnati dalla squadra durante tutta la gara. Alla fine di ogni puntata, la squadra vincitrice guadagna il diritto di tornare la settimana successiva, per difendere il titolo. Name That Tune Indovina la Canzone è scritto da Pasquale Romano con Paolo Cucco, Simone Di Rosa, Marco Elia e Gianluca Giorgi. La regia è di Alessio Pollacci.