Caterina Shulha tra Il Confine, Hotel Gagarin e Uomini separati, videointervista

Decisamente un bel momento per Caterina Shulha, anzi, come dice lei stessa nella nostra videointervista questo “è un bel maggio intenso”. Attrice e modella bielorussa naturalizzata italiana, bionda, eterea e dalla bellezza dolce e raffinata, in questi giorni Caterina Shulha si fa in tre e la vediamo contemporaneamente in televisione, al cinema e in teatro. Martedì 15 e mercoledì 16 maggio va infatti in onda su Rai 1 Il Confine, la miniserie diretta da Carlo Carlei che racconta di un gruppo di ragazzi dai diversi destini nella Trieste della prima guerra mondiale. Qui interpreta Emma, ovvero “una ragazza che viene da una famiglia ebrea – ci racconta lei stessa – legata dall’amicizia ad altri due ragazzi, amicizia che si trasformerà in amore e che durerà nel tempo nonostante tutte le difficoltà che verranno”. Emma è infatti nella stessa classe di maturandi di Bruno, interpretato da Filippo Scicchitano, e di Franz, ruolo che invece appartiene a Alan Cappelli Goetz, che è in realtà il suo fidanzato anche se anche Bruno è innamorato di lei. Emma però non può rivelare alla sua benestante e armoniosa famiglia la sua relazione con Franz poiché il ragazzo è figlio di un ufficiale austriaco e suo padre gli austriaci li odia. Ci penseranno purtroppo i venti di guerra a dividerli e a metterli a dura prova, ma tutti e tre sapranno dimostrare che forse i sentimenti possono vincere su qualunque cosa. Dal piccolo al grande schermo perché dal 24 maggio Caterina Shulha sarà al cinema in Hotel Gagarin di Simone Spada nel ruolo di una scatenata ragazza punk armena incinta di nome Kira, mentre fino al 20 maggio è sul palcoscenico del Teatro dell’Angelo a Roma in Uomini separati, ancora una storia d’amore e d’amicizia. Eppure ha ancora un sogno da realizzare e lo dice con chiarezza: “fatemi fare un musical!” La nostra videointervista a Caterina Shulha: