Ant-Man and The Wasp con Paul Rudd e Evangeline Lilly, videoincontro

Bastasse davvero una tuta speciale a farci diventare piccolissimi semmai dovessimo fuggire o vergognarci troppo di qualcosa, ma così piccolissimi da nasconderci in un buco della serratura o in una tazzina di caffè. Attenzione però a non esagerare o potremmo finire nello spazio quantico e non tornare più nel nostro mondo… Se l’argomento vi stuzzica ecco per voi Ant-Man and The Wasp, il nuovo film targato Marvel diretto da Peyton Reed e prodotto da Kevin Feige che dopo il grande successo al box office mondiale arriverà nelle nostre sale il 14 agosto. Prima però, cioè domani venerdì 20 luglio, Ant-Man and The Wasp aprirà la 48esima edizione del Giffoni Film Festival alla presenza dei due protagonisti, Paul Rudd ed Evangeline Lilly, che incontreranno il pubblico. Prima ancora però, cioè oggi, Ant-Man and The Wasp è stato presentato in anteprima a Roma e c’erano anche loro, belli some il sole, allegri e bendisposti a parlare del mondo Marvel e a scherzare su rughe e anni che avanzano, come quando, a proposito di una ritrovata Michelle Pfeiffer ringiovanita di trent’anni, Evangeline Lilly ha dichiarato di non usare, anzi, di gettare via le creme antietà e Paul Rudd di andarsele a recuperare. Noi invece gli abbiamo chiesto di insetti e delle grandi gaffe della vita, come potete vedere e sentire nel nostro videoncontro di questa mattina che trovate a fine articolo.

Tornando al film, dove ritroviamo anche il premio Oscar® Michael Douglas e un divertentissimo Michael Peña, questo inizia con Scott Lang, alias Ant-Man alias Paul Rudd, agli arresti domiciliari dopo gli eventi di Captain America: Civil War, con tanto di cavigliera elettronica, a giocare all’avventura con la figlia che lo adora e lo copre in qualsiasi situazione, sotto tunnel fatti di lenzuola e sopra scivoli di cartone, quando Hope van Dyne, alias Wasp, alias Evangeline Lilly va a recuperarlo perché soltanto lui, rimasto relazionato con la madre di lei perduta da trent’anni nel mondo quantico (Michelle Pfeiffer, appunto), può aiutare lei e suo padre, il grande scienziato Hank Pym (Michael Douglas) a riportarla a casa. Nel cast anche Bobby Cannavale, Judy Greer, Abby Ryder Fortson, Tip T.I. Harris e David Dastmalchian, Laurence Fishburne, Hannah John-Kamen, Walton Goggins e Randall Park. Del resto non vi raccontiamo altro, ma ci teniamo a sottolineare ancora una volta che spesso I cattivi lo sono perché costretti, per una questione di sopravvivenza, insomma. Altri invece lo sono e basta, e nel film, come nella vita, ce ne sono di entrambi i tipi.

Però vi diciamo che Ant-Man and The Wasp è divertente e ironico, come del resto tutti i film della saga Marvel, ricco di colpi di scena e di cose incredibili che tutti noi vorremmo fare, come portarsi la macchina in macchina o il palazzo dove lavoriamo a spasso come un carrello della spesa. Dite di no se avete il coraggio. E con un pizzico di allegro romanticismo che non guasta mai. Il bene vincerà? E l’amore? E soprattutto schiacciare una vespa o pestare una formica ci farà sentire molto più in colpa e angosciati di quanto non lo siamo ora? Ecco a tal proposito il nostro videoincontro di questa mattina con Paul Rudd ed Evangeline Lilly (e grazie all’interprete brava e simoatica che è Olga Fernando):