Addio a Gianni Nazzaro, morto oggi a Roma

Ha fatto sognare intere generazioni con le sue canzoni romantiche degli anni Settanta come Quanto è bella lei… Gianni Nazzaro se n’è andato oggi stroncato da un tumore al polmone al Policlinico Gemelli di Roma. Aveva 72 anni. Nato a Napoli il 27 ottobre 1948, si lanciò nel mondo della musica nel 1965 come Buddy, imitando molti suoi suoi futuri colleghi. Dopo il Festval di Napoli e il Cantagiro, raggiunge il successo a Un disco per l’estate nel 1972 con la celeberrima Quanto è bella lei. Da allora Gianni Nazzaro parrtecipa a vari Festival di Sanremo con canzoni come L’amore è una colomba, Non voglio innamorarmi mai, A modo mio, Mi sono innamorato di mia moglie. Ci riprova anche nel 1987 con Perdere l’amore, canzone che viene però scartata e accettata l’anno dopo nella versione di Massimo Ranieri che ha trionfato al Festival. Gianni Nazzaro la riproporrà nel 2014 a Tale e Quale Show cui partecipa come concorrente. Torna poi sul palco dell’Ariston nel 1994 nel gruppo chiamato Squadra Italia con Una vecchia canzone italiana. Nel corso della sua lunga carriera è stato anche attore, come in Un posto al sole interpretando il padre di Sara, interpretata a sua volta da Serena Autieri, nel 1998 e nel 2009, e in Incantesimo nel 2007. Gianni Nazzaro ha avuto due figli da Nada Ovcina, che è stata anche sua manager e ufficio stampa, e due da Catherine Frank.