Videointervista a Gianmarco Tognazzi: in Luisa Spagnoli faccio un conte ridicolo

Tre mesi fa lo avevamo incontrato per I misteri di Laura su Canale 5 (qui la nostra intervista), oggi eccoci di nuovo a parlare con Gianmarco Tognazzi che torna in TV con Luisa Spagnoli, la nuova miniserie di Rai1 ispirata al racconto omonimo di Maria Rita Parsi sulla vita dell’imprenditrice perugina e diretta da Lodovico Gasparini, in onda lunedì e martedì 1 e 2 febbraio in prima serata, protagonista Luisa Ranieri. L’attore romano, dopo la parentesi tanto attesa di “buono” in quel di Mediaset, torna in un ruolo negativo, quello del conte Icilio Sangiorgi, che entra in scena quando la Spagnoli comincia a ingranare con la sua pasticceria e invaghitosi di lei, senza alcun riscontro da parte della donna, cerca di screditarla agli occhi dei suoi clienti. Magari non è proprio cattivo, ma indubbiamente “nobile di fatto ma non certamente d’animo” dice lo stesso Gianmarco Tognazzi del suo personaggio che ha volutamente ridicolizzato ritenendo “ridicoli i suoi stessi pensieri”, rendendolo quindi una vera macchietta, forse vagamente ispirata a quel Conte Mascetti interpretato da papà Ugo in Amici miei. E sempre in nome delle sue origini e della sua famiglia, Gianmarco Tognazzi ci parla anche dell’altra sua grande passione, quella per la produzione del vino, tutto nella nostra videointervista: