Eva Grimaldi tra amore, cinema e Gay Village, videointervista

Attrice e soubrette, sogno di tanti italiani che negli anni Ottanta speravano di imbattersi prima o poi in qualche locale in una guardarobiera bionda e disinibita come quella del Drive In, Eva Grimaldi, veronese, al secolo Milva Perinoni, è una delle icone sexy di quella decade spensierata, e anche della successiva, che non è finita come altre nel dimenticatoio, anzi. L’anno scorso l’abbiamo vista al cinema ne Il traduttore di Massimo Natale con Claudia Gerini e presto la rivedremo sul grande schermo in Respiri di Alberto Fiorillo accanto ad Alessio Boni e ne Il mio uomo perfetto di Nilo Sciarrone nel ruolo della madre di Nancy Coppola, la giovane cantante napoletana al suo esordio cinematografico con la quale ha già condiviso l’esperienza dell’ultima edizione de L’Isola dei Famosi. Eva Grimaldi al cinema ha sempre alternato film d’autore – da Fellini a Dino Risi, da Chabrol e Damiani a Klaus Kinski a Monicelli – a commedie italiane leggere come quelle dei Vanzina e di Parenti, passando in TV per Il Bagaglino, la fiction di Canale 5, Ballando con le stelle, Pechino Express e meno di un mese fa Bring The Noise, senza disdegnare il teatro. L’anno scorso L’isola del famosi, appunto, e nel corso del reality il suo coming out. Ex invidiata compagna di Gabriel Garko con un matrimonio alle spalle, sono infatti sette anni ormai che Eva Grimaldi è legata a Imma Battaglia, leader del movimento LGBT in Italia, e tanto si parla in giro di un loro imminente matrimonio ma “non c’è ancora il matrimonio gay in Italia, ci sono ancora solo le unioni civili per cui, non lo so” ci dice lei stessa nella nostra videointervista che trovate a fine articolo. Con la sua compagna condivide anche la direzione artistica del Gay Village di Roma, una “direzione di cuore e una collaborazione d’amore” ci dice ancora Eva Grimaldi che, domani, sabato primo luglio, proprio al Gay Village sarà la protagonista dello spazio I racconti di Fantàsia dedicato alle interviste spettacolo di Pino Strabioli (qui la nostra videointervista a Pino Strabioli), dove racconterà cosa sono stati per lei gli anni Ottanta ma non solo. Ecco la nostra videointervista a Eva Grimaldi: