Venezia 72: Bangland, il cartone nero di Lorenzo Berghella dove il presidente americano si chiama Steven Spielberg, vince il premio SIAE 2015

È il DJ Armonica Ford ad annunciare per radio che la città di Bangland è in gran festa per l’elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti cui ha dato i natali e che guarda caso si chiama Steven Spielberg. E poi c’è Dante Blank che, ospite ad una sorta di David Letterman Show, parla della serie TV che ha creato intitolata Sympathy for the Devlisn, che non è un nostro errore di battitura nel riscrivere il titolo del celebre pezzo dei Rolling Stones, ma si chiama proprio Devlins la famiglia cristiana protagonista della sit com che le prende pesantemente in giro… Il Premio Siae 2015 per il talento emergente del cinema italiano segnalato nel quadro delle Giornate degli Autori di Venezia 72 va quest’anno al film d’animazione Bangland, opera prima del 25enne pescarese Lorenzo Berghella già autore della web serie Too Bad, da lui disegnato fotogramma per fotogramma, comprese le scenografie ad acquerello, diretto, sceneggiato e montato.

Un’ora esatta di Tarantino a cartoon, con facce da killer, sguardi spietati, nudi integrali, sesso, sangue a gogò, predicozzi deliranti di bacchettoni mandati da Dio, potere della TV, ironia, sarcasmo e verità assolute. Appena eletto, il presidente Spielberg dichiara guerra allo stato africano del Mahaba e inevitabilmente ogni nero in circolazione è considerato un potenziale terrorista. In questa violenta e corrotta città americana un po’ Sodoma e un po’ Gomorra non poteva mancare il telepredicatore Gold con Charlie Tucano e Tony Beretta, suoi bracci destro e sinistro nonché inquisitori del ventesimo secolo, tutti naturalmente contro il Dante Black di cui sopra, e neanche uno strozzino irlandese che si fa chiamare Looge Boogie.

“L’idea alla base della sceneggiatura è quella di affrontare tematiche attuali – dice Berghella – come politica, guerra, terrorismo, religione e mass media attraverso un mix originale di satira, noir, commedia nera e thriller d’azione, in una storia corale in cui le vicende dei protagonisti sono importanti quanto lo scenario socio politico in cui si svolgono”. Ecco un assaggio del film:

Il Premio sarà consegnato nella giornata SIAE a Venezia mercoledì 9 settembre alle 16.30 nella Sala Perla del Casinò. Bangland sarà presto nelle sale italiane distribuito da Pablo.