The Whispers: arriva su Fox la serie prodotta da Steven Spielberg. Non sempre gli amici immaginari dei bambini sono “amici”

Se tua figlia di 6 anni parla con il vento, dice di avere un amico che non si vede di nome Drill e ti invita a raggiungerla sulla sua casa sull’albero dove ha segnato con una X il punto preciso del precario pavimento in legno dove ti devi posizionare, meglio cominciare a preoccuparsi. Prodotta da Steven Spielberg ecco The Whispers, la nuova serie di Fox al via alle 21 di martedì 8 settembre, creata da Soo Hugh e tratta dal racconto Ora Zero di Ray Bradbury, scrittore e sceneggiatore cinematografico che ha rinnovato il genere fantascientifico. Trasmessa in patria lo corso giugno dalla ABC, tratta di uno strano e macabro gioco nel quale un’entità invisibile e misteriosa coinvolge i bambini comunicando con loro nei modi più strani, persino attraverso le luci al neon, il tutto tra porte che si aprono da sole e strane interferenze telefoniche. Loro, i bambini, lo chiamano Drill ma i grandi non ci possono parlare, “non hanno il permesso”.

Ad indagare sullo strano fenomeno viene chiamata l’agente dell’FBI Claire Bennigan (Lily Rabe) che anche lei ha i suoi problemi visto che ha perso il marito da poco e ha un figlio sordomuto, Kenny, che “vai pure, lo so che non possiamo stare sempre insieme” le dice con aria comprensiva e con la lingua dei segni quando nel bel mezzo di una partita di calcio le arriva la telefonata dal capo. Così eccola ad interrogare la piccola Harper, quella della casetta sull’albero, ma “non ne posso parlare” le dice la piccola a proposito di Drill e del gioco, poi però, si sa come sono i bambini, si lascia sfuggire qualcosa:  “se vinco al gioco avremo raggiunto la dominazione” e poi la rivelazione più inquietante: “lui adesso se ne è andato, ma il gioco non è ancora finito, è andato a trovare altri amici”.

E infatti da tutt’altra parte ecco Minx che parla al vento e risponde “sì, gioco, come no” mentre in un altro posto ancora, legge Claire su Internet, un bambino ha fatto saltare in aria casa sua con la madre dentro, raccontando poi di avere pure lui un amico di nome Drill… E c’è pure uno strano tipo che barcolla in strada con in mano una lista di nomi da cancellare e il primo è quello di Harper e il secondo quello di Minx, mentre in Africa, dove fervono le ricerche di un aereo militare americano sparito nel nulla, le luci iniziano a ballare e “sta accadendo di nuovo” dice il generale al geologo, e l’aereo eccolo lì, accartocciato e incastonato nella roccia con alcune parti luminescenti che se le tocchi urli. Non vi raccontiamo più nulla ma se siete curiosi e non volete aspettare questa sera, ecco i primi minuti di The Whispers: