Videointervista a Rossella Brescia, testimonial del Teatro Olimpico

In principio era la danza. Al Teatro Olimpico di Roma si comincia quindi il 28 settembre con la prima nazionale di Giselle, undici ballerini in scena assieme alla loro coreografa Dada Masilo, una produzione firmata Roma Europa Festival, e si continua con Red Bull Flying Bach a mescolare la classica col moderno, con I Momix, ovvero Moses Pendleton e i suoi ballerini acrobati in Viva Momix Forever; Dirty Dancing Il Musical a celebrare i suoi trent’anni; e a primavera l’ottava edizione del Festival Internazionale della Danza di Roma 2018 con Carmen di Amedeo Amodio, Mediterranea di Mauro Bigonzetti; il violino di Antal Szalai con l’Orchestra tzigana di Budapest ad accompagnare il corpo di ballo Zigana Clan e Pastora Galvan.

In mezzo ad alternarsi la musica, quella di Cristiano De André che canta suo padre; quella dell’Orchestra di Piazza Vittorio e il suo Don Giovanni di Mozart con il ruolo del protagonista affidata ad una donna, Petra Magoni, e dove si canta pure in arabo; quella storica e senza fine della PFM; quella degli Animals Pinkfloyd in Shine On! Pink Floyd Opera, The Story; e a proposta di opera, ecco quella per i ragazzi e le famiglie, la Carmen di Bizet. Poi arriva il teatro che ride con Lillo e Greg ne L’uomo che non capiva troppo. La saga; il cabaret da salotto di casa di Maurizio Battista con Cavalli di razza e vari puledri, tra pezzi storici e nuovi di zecca ancora da inventare a festeggiare i suoi 24 anni e sei mesi di carriera; il monologo di Riccardo Rossi su W le donne! Tutte le donne della mia vita; Max Giusti; e per fare un po’ più i seri, arrivano anche Corrado Augias a raccontarci del nudo delle donne nella storia così come Vittorio Sgarbi a parlarci di Michelangelo.

Senza farsi mancare la magia con la quindicesima edizione del Festival Internazionale Supermagic 2018 Miraggi, il Gran Galà dell’Operetta con Daniela Mazzucato, Max Renè Cosotti, Andrea Binetti e Maria Giovanna Michelini. E pure il Centro Nazionale contro il bullismo in Uniti facciamo la differenza con 250 ragazzi in scena al grido di Bulli stop.

Energia positiva il motto, secondo la direttrice artistica Lucia Bocca Montefoschi, della nuova stagione del Teatro Olimpico di Roma illustrata questa mattina alla presenza di alcuni artisti e con una presentatrice e testimonial d’eccezione: Rossella Brescia, che al Teatro Olimpico ha danzato in Amarcord, reduce dal successo di Piccoli Giganti, il talent per bambini appena conclusosi su Real Time con la vittoria della sua squadra, le Stelle filanti. Ecco dunque la nostra videointervista a Rossella Brescia: