Star Wars: Episodio VII. Il risveglio della Forza tra vecchi e nuovi eroi

Non c’è sette senza otto e nove, quindi mettetevi l’animo in pace o esultate, a seconda dei gusti e delle opinioni, perché Il risveglio della Forza non è né sarà l’ultimo film della saga di Star Wars, Guerre Stellari dalle nostre parti, visto che i due seguenti già annunciati per il 2017 e 2019. A 38 anni dal primo in assoluto, ma chiamato Episodio IV, ecco dunque l’Episodio VII diretto da J. J. Abrams che l’ha pure coprodotto assieme alla Bad Robot Productions e alla Lucasfilm e anche cosceneggiato con Lawrence Kasdan, che aveva messo lo zampino anche nella scrittura della prima trilogia. Dopo la premier a Los Angeles del 14 dicembre, il film è arrivato da noi distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures, prima che negli Stati Uniti dove uscirà solo domani 18 dicembre, e sono soddisfazioni galattiche. D’altronde ben 4 miliardi di dollari ha tirato fuori la Disney nel 2012 per comprare la Lucas Film, vuoi che ne faccia uno soltanto? Vero che Il risveglio della Forza è costato 400 milioni tra farlo e pubblicizzarlo, ma bisogna pur rientrare delle spese, soprattutto di questi tempi. E la cosa promette bene: in un solo giorno in Italia l’hanno visto più di 219mila persone per un incasso di  oltre 1,8 milioni di euro.

Ma a proposito di tempi: ma il risveglio della forza di chi? Di loro, di quelli che c’erano già alle origini, ovvero Harrison Ford, Mark Hamill e Carrie Fisher, e poi anche Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong’o, Andy Serkis, Domhnall Gleeson, Anthony Daniels, Peter Mayhew e Max von Sydow, il tutto circa trent’anni dopo quanto accaduto ne Il ritorno dello Jedi, Episodio VI per intenderci, cioè a tre decenni dalla battaglia di Endor. Dunque eccoci al post Impero Galattico e alla Repubblica ristabilita dall’Alleanza Ribelle con la Resistenza chiamata a fermare il Primo Ordine nel quale si è ricostituito il vecchio Impero, diretto dal Leader Supremo Snoke e da Kylo Ren, suo cattivissimo apprendista. Scatta la ricerca all’ultimo Jedi, alias Luke Skywalker, che è un bel po’ che non si vede in giro, per questo il generale Leila manda il pilota della Resistenza Poe Dameron su Jakku per riprendere una mappa che potrebbe svelare dove si trova, mappa di cui vuole impossessarsi anche il Primo Ordine, così Poe se la dovrà vedere con Kylo. Tra vecchi e nuovi eroi, la lotta tra il male e il bene continua…