Sanremo 2017, videointervista a Braschi che canta di migranti

Capita che te ne stai per i fatti tuoi in una bella serata e improvvisamente ti chiedi se c’è qualcuno, anche in questo preciso momento, che sta arrivando da lontano e che certo è meno fortunato di te. Capita. Ed è capitato a Braschi, giovane cantautore di Santarcangelo di Romagna, che ha già registrato un EP in America e che stasera sale per la prima volta sul palcoscenico del Teatro Ariston tra le Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2017. Braschi sarà il terzo giovane ad esibirsi e canterà Nel mare ci sono i coccodrilli, che ritroveremo nell’album Trasparente in uscita venerdì 10 febbraio, un tema importante quello dell’immigrazione che certo non passerà inosservato in una kermesse musicale che negli ultimi anni ha comunque aperto sempre più le porte a brani che non puntino esclusivamente sulla rima cuore-amore. Lo abbiamo incontrato qui a Sanremo ed ecco la nostra videointervista a Braschi: