Salem 3, il diavolo è in città e il barbiere è Marilyn Manson

Uno strano e inquietante barbiere, all’occorrenza dottore, chirurgo e pure medico “legale”, si è sistemato a Salem… già, è proprio Marilyn Manson che se per le scorse due stagioni della diabolica serie ideata da Brannon Braga e Adam Simon che ci riporta nella ben nota città delle streghe del Massachusetts del 17esimo secolo, si era accontentato di occuparsi della sigla con Cupid carries a gun, nella terza stagione al via lunedì 9 gennaio in prima serata su Fox la rockstar ci sta proprio dentro vestendo panni e rasoi di Thomas Dinley che, come del resto i suoi concittadini, nasconde non pochi terrificanti segreti. Del resto, perché Lady Gaga in American Horror Story 5 sì e Marilyn Manson in Salem 3 no?

A Salem 3 intanto, dove le streghe hanno vinto la lunga battaglia contro i puritani e compiuto il sommo rito per riportare il diavolo in terra, sta regnando il male: pare, anzi, che ci sia nato proprio il demonio che si sarebbe incarnato in quel bambino che Mary Sibley (Janet Montgomery), protagonista assoluta di Salem, intesa sia come città che come serie, credeva di aver perduto sacrificandolo a Satana nel rito notturno che la tramutò in strega; un ragazzino () che poi lei stessa chiamerà John come il padre – il comandante John Alden (Shane West), ostinato, devastato, impossibile grande amore di Mary – cresciuto a sua insaputa dagli Anziani e da Tituba (Ashley Madekwe) e che adesso indemoniato com’è si sta impadronendo della città, vendicando così la sua caduta negli inferi dove è stato costretto a restare per millenni. Per la sua completa resurrezione bisogna però attendere la Pasqua Nera che, ovviamente, spazzerà via in un sol soffio tutti gli abitanti di Salem.

Oltre a quel simpatico diavoletto, a Salem 3 ritroviamo anche il testardo, ma diciamocelo anche un po’ ottuso, Reverendo Cotton Mather (Seth Gabel) che, nonostante abbia finalmente scoperto che anche la sua bella e gentile signora Anne Hale (Tamzin Merchant) è una di loro – e stavolta in preda alla gelosia ce lo dimostrerà davvero di cosa è capace – lui le streghe continua a combatterle, o almeno ci prova, così come prova a fare con l’ingombrante fantasma del padre; e c’è ancora anche Mercy (Elie Eberle), sempre più fissata con l’eterna giovinezza che certo un botulino non basta, e che dopo aver ammazzato tutti gli Anziani che le impedivano di diventare la nuova capa delle streghe, ora vuole il controllo di Salem e giusta vendetta per tutto ciò che ha passato; poi c’è sempre anche Sebastian (Joe Doyle), figlio della Contessa Ingrid von Marburg, che nonostante sia sotto il completo dominio del piccolo John, vuole sempre portar via Mary a John senior.

Dal canto loro Mary Sibley e John Alden sono adesso decisi a combattere il male ma tenendo presente quanto detto finora, e cioè che il piccolo ma non indifeso John altri non è se non il loro amato primo pargoletto, come fare senza sacrificarlo? E poi John – senior – è un uomo impegnato, multitasking potremmo dire, che ha pure da sbrigare altre beghe che arrivano da fuori, per cui, va bene che è un eroe, ma mica è un supereroe che può sistemare tutto lui… Certo, ad aiutarli c’è Tituba ma è davvero sincera? Con quella faccetta… E a proposito di facce, tra le nuove segnaliamo quella di Samuel Roukin ovvero la Sentinella del signore oscuro, che lo difenderà ad ogni costo eliminando chiunque provi ad ostacolare i suoi piani. Godetevela, Salem 3 è l’ultima stagione.