Rosy Abate la serie, con Giulia Michelini torna l’antieroina di Squadra Antimafia

Rieccola dunque Rosy Abate, l’antieroina di Squadra Antimafia senza la quale la serie Taodue trasmessa su Canale 5 non è stata più la stessa. Rieccola dunque quella ragazza inizialmente fragile, poi diventata forte, anche se dalla parte sbagliata, donna di mafia potente e temuta, che ha fatto perdere la testa all’eroe buono, o quanto meno dalla parte dei buoni, quel Domenico Calcaterra, faccia e tutto il resto di Marco Bocci, che poi la testa l’ha persa per davvero uscendo di scena pure lui. Rosy Abate dunque non è morta, ma ha soltanto finto la sua dipartita, del resto ci avevamo creduto in pochi, così come pare non sia morto suo figlio Leonardino, avuto dall’infiltrato Ivan di Matteo (Claudio Gioè) e anche lì, per quanto la sua uccisione sia stata l’evento più drammatico e toccante dell’intera serie, così come la disperazione di Rosy Abate che l’ha portata alla follia e poi a chiudersi in un convento, anche lì, dicevamo, avevamo un po’ tutti i nostri dubbi. Dubbi e sospetti che saranno svelati presto grazie a Rosy Abate – La serie, al via ad ottobre su Canale 5, spin off di Squadra Antimafia che va a sostituire. Ad interpretare la cattiva più amata dagli italiani è sempre, naturalmente, Giulia Michelini, che abbiamo visto nell’ultima stagione di In Treatment in occasione della quale abbiamo realizzato la nostra videointervista (che trovate qui) in cui ci confermava, appunto, che sarebbe tornata ad interpretare Rosy Abate e alla cui magistrale interpretazione la stessa Rosy deve certo il suo successo e l’empatia che, nonostante tutto, il pubblico via via le ha riservato. Cinque puntate sempre targate Taodue dirette da Beniamino Catena, dove scopriremo cosa è veramente accaduto a Rosy Abate e a suo figlio che, naturalmente, lei tenterà di riprendersi a costo di interrompere la sua seconda vita sotto falsa identità, tranquilla, fuori dal mondo e dalla Sicilia, e tornare ad impugnare la pistola. Nel cast troveremo anche Paola Michelini, sorella di Giulia, autrice e attrice teatrale con la quale Giulia Michelini, reduce dal successo di Due partite, si ritroverà presto anche sul palcoscenico: interpreterà una giovane donna con un segreto. E anche qualche vecchio personaggio, come Filippo De Silva interpretato da Paolo Pierobon (qui la nostra videointervista a Paolo Pierobon), il Questore Licata (Bruno Torrisi) e pure Veronica Colombo, cui dà vita la bravissima Valentina Carnelutti, nella serie sorella del vicequestore Lara Colombo (Ana Caterina Morariu) morta assassinata.

Ma prima dello spin off, il best off: su Canale 5 il mercoledì va infatti in onda La Regina di Palermo, una sorta di riassunto della vita di Rosy Abate nel corso delle varie stagioni di Squadra Antimafia. Nel caso vi foste scordati di chi parliamo. Giulia Michelini intanto tornerà presto anche al cinema: a settembre inizierà a Ischia le riprese de L’isola che non c’è, il nuovo film di Gabriele Muccino con il quale l’attrice romana aveva debuttato sul grande schermo  nel 2003 in Ricordati di me.