Prosa e musica all’Anfiteatro Festival con Monti, Quattrini e Muniz, Piovani, la Mannino e Nicolai con Di Battista

Appuntamenti doc all’Anfiteatro Festival di Albano Laziale, ai Castelli Romani, giunto alla sua quarta edizione, tra prosa e musica.

Mercoledì 29 luglio ci sono Ivana Monti, Paola Quattrini e Sergio Muniz  in Arsenico e vecchi merletti, il capolavoro comico di Joseph Kesselring, sul palco anche Fabrizio Nardi, Nico Di Renzo e la partecipazione di Aldo Ralli per la regia di Giancarlo Marinelli. Un giallo-commedia ma anche un’operetta morale-macchina comica, per ridere e pensare, anche nello stesso momento.

Giovedì 30 luglio nel suggestivo sito archeologico, il celebre Concerto in quintetto con Nicola Piovani: a lui la direzione e il pianoforte, con violoncello, chitarra e tastiere di Pasquale Filastò, percussioni, batteria e fisarmonica di Cristian Marini, contrabasso di Marco Loddo, sax e clarinetto di Marina Cesari. In scaletta brani scritti per il cinema e per il teatro appositamente rivisitati e riarrangiati in una versione da piccolo gruppo di solisti. “L’organico del quintetto è un classico delle formazioni jazzistiche: basso, batteria, piano e sax – dice il Maestro Piovani – su cui si inserisce l’intrusione del violoncello e, a volte, il colore della fisarmonica. Il risultato è un tono un po’ trasversale che mi sembra adatto a reinterpretare musiche di derivazioni diverse, primo fra tutti il cinema, poi il teatro, le canzoni e la musica strumentale. Gli arrangiamenti, talora cameristici, si modulano sulla trasversalità che questo repertorio richiede”. Lo spettacolo nasce dall’idea di mostrare al pubblico i fabbricatori di suono, quelli che al cinema non si vedono mai e che anche il teatro spesso nasconde nel buio del golfo mistico. Dallo Stabat Mater alle cantate sinfoniche, il cinema dei Taviani, di Moretti, di Benigni, di Tornatore, di Fellini: La notte di San Lorenzo, La messa è finita, La vita è bella, La voce della luna. Ma anche la suite De Andrè con composta su musiche di due album: Non al denaro non all’amore né al cielo e Storia di un impiegato, oltre a una parte dedicata ai miti greci.

Venerdì 31 luglio arriva Teresa Mannino con il suo spettacolo comicamente autobiografico firmato Bananas e intitolato Sono nata il ventitrè di cui vi abbiamo già parlato, da lei scritto con Giovanna Donini e sempre da lei diretto, che sta portando in un tour estivo che si concluderà il 12 agosto alla Valle dei Templi di Agrigento. Nel mezzo: 1 agosto Salerno Arena Del Mare,  3 agosto Barletta Castello, 4 agosto Ostuni Foro Boario, 5 agosto Brindisi Di Montagna ( Pz) Parco della Grancia, 8 agosto Acireale Piazza Duomo, 9 agosto Tindari Teatro Greco, 10 agosto Tartanna (Trapani) Teatro in Pietra,  11 agosto Palermo Teatro di Verdura.

Sabato 1 agosto torna la musica con Mille bolle blu,  concerto spettacolo sull’immaginario musicale degli anni 60 e 70 con lo swing di Nicky Nicolai in perfetta sintonia con l’estro e la versatilità del sax di Stefano Di Battista: da Mina a Gabriella Ferri, da Nancy Sinatra a Eduardo De Crescenzo, passando per The Archies e Nina Simone.