#PalermoChiamaItalia: Sicilian Ghost Story sulla nave della Legalità

Anche quest’anno a commemorare l’anniversario della strage di Capaci in cui 25 anni fa per mano di Cosa Nostra morirono il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della sua scorta, a Palermo arriva da Civitavecchia, dove è salpata oggi pomeriggio, la Nave della Legalità, nell’ambito dell’iniziativa #PalermoChiamaItalia promossa dal Miur e dalla Fondazione Falcone cui aderisce anche la Rai che seguirà in diretta tutte le manifestazioni di domani mattina con una programmazione apposita. A bordo, un migliaio di studenti e studentesse di tutta Italia che domattina si uniranno agli altri 70mila nel capoluogo siciliano per dire no a tutte le mafie e che nel loro viaggio di andata incontrano le istituzioni, dal Presidente del Senato Pietro Grasso alla Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, mentre durante il viaggio di ritorno assisteranno al film Sicilian Ghost Story  di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, presentato in anteprima alla Settimana della Critica di Cannes 2017 e ora in sala, che porta sul grande schermo il delitto di Giuseppe di Matteo, protagonisti i giovanissimi Julia Jedlikowska e Gaetano Fernandez, anche loro sulla nave assieme a un altro degli interpreti di Sicilian Ghost Story e loro acting coach, Filippo Luna, per incontrare il giovane pubblico durante il viaggio di rientro. “Sicilian Ghost Story è un atto d’amore per le giovani generazioni perché in loro può esserci la possibilità di riscatto necessaria per recuperare un’umanità perduta – dicono i due registi – siamo felici che la prima proiezione del nostro film di fronte a una platea di ragazzi avvenga all’interno di questa iniziativa”.