Ortigia Film Festival: Laura Morante apre la kermesse siracusana dedicata alle donne

Che finalmente ci si sia accorti del ruolo fondamentale e sempre più attivo dell’universo femminile nel cinema? Non più solo icone di bellezza e sensualità, oche giulive o protagoniste da affiancare all’attore principale di turno, ma creatrici in primis di storie ed emozioni sia dietro che davanti alla macchina da presa. Alle donne nel cinema punta in particolare l’ottava edizione dell’Ortigia Film Festival, la rassegna dedicata alle opere prime e seconde, ai corti e ai documentari, diretta peraltro da una donna, Lisa Romano, con la consulenza artistica di un’altra donna, Paola Poli, che ogni estate si svolge nella splendida isola dentro la città di Siracusa, e che apre oggi, sabato 9 luglio, rigorosamente al femminile con Laura Morante e Assolo, il suo secondo film da regista: a lei va il premio Sikelia “per aver portato nel cinema italiano e internazionale maggiore prestigio e valore attraverso l’intensità e la delicatezza delle sue interpretazioni”. La regista e attrice toscana è anche la protagonista della masterclass intitolata Laura Morante, dalla carriera di attrice al debutto alla regia. Focus sul ruolo femminile nel cinema italiano anche con la tavola rotonda Il cinema italiano è donna? condotta da Laura Delli Colli e Andrea Purgatori cui parteciperanno attrici e registe presenti al Festival.

In concorso all’Ortigia Film Festival anche Pecore in erba di Alberto Caviglia che verrà presentato domani dal protagonista Davide Giordano, così come L’universale di Federico Micali sullo storico cinema di Firenze sarà accompagnato lunedì 11 luglio da Claudio Bigagli, mentre Arianna di Carlo Lavagna arriverà martedì 12 luglio accompagnato dallo sceneggiatore Carlo Salsa. Mercoledì 13 sarà la volta di Un posto sicuro, film sul caso Eternit diretto da Francesco Ghiaccio, qui la nostra intervista al regista che accompagnerà il film, mentre Banat – il viaggio di Adriano Valerio arriverà giovedì 14 con lo sceneggiatore Ezio Abbate (qui la nostra videointervista alla protagonista femminile Elena Radonicich). A chiudere il concorso venerdì 15 Lo Scambio alla presenza del regista Salvo Cuccia e dei protagonisti Filippo Luna e Barbara Tabita.

Fuori concorso mercoledì 13 Né Giulietta né Romeo di e con Veronica Pivetti (qui la nostra videointervista) e I milionari di Alessandro Piva che sarà all‘Ortigia Film Festival giovedì 14 con la protagonista Valentina Lodovini. In giuria Niccolò Ammaniti, che porta ad Ortigia il suo documentario  The Good Life, e signora, ovvero Lorenza Indovina, anche lei attrice e regista (qui la nostra videointervista), e Lucia Sardo che presenta anche in anteprima nazionale il corto Con te e senza di te.

Spazio anche ai documentari tra cui il collettivo Oggi insieme e domani a cura di Antonietta De Lillo che attraverso varie storie di autori diversi racconta l’evolversi negli anni dell’amore e dei valori ad esso legati come la famiglia, la sessualità e il matrimonio, ma anche la crisi e la disoccupazione, l’immigrazione e la rivoluzione bio-tecnologica. Nella stessa sezione anche Non voltarti indietro di Francesco Del Grosso, Porno e Libertà di Carmine Amoroso, Al di là dello specchio di Cecilia Grasso, Grozny Blues di Nicola Bellucci, Alcide De Gasperi di Franco Mariotti, Due Sicilie di Alessandro Piva, La deriva dei continenti di Pietro Novello, Human di Yann Arthus – Bertrand.

Due anteprime mondiali tra i corti in gara: Il cane nero di Salvatore Lazzaro e Stella amore di Cristina Puccinelli, mentre in anteprima nazionale Tutto su Madeleine di Sabina Andrisano, Fuori di Anna Negri, Quasi eroi di Giovanni Piperno, Giro di giostra di Massimiliano Davoli e fuori concorso Tutto quello che ci siamo detti di Giovanni Dota.

L’omaggio di questa edizione dell’Ortigia Film Festival è a Marcello Mastroianni nel ventennale della scomparsa con due documentari che lo raccontano: Marcello di Mimma Nocelli realizzato in collaborazione con Rai Movie e Marcello, una vita dolce di Mario Canale e Annarosa Morri. L’Ortigia Film Festival, organizzato dall’associazione culturale Sa.li.rò, chiude sabato 16 luglio con l’ultimo cortometraggio Complimenti per la festa di Sebastiano Luca Insinga e con il concerto acustico del frontman dei Marlene Kuntz, Cristiano Godano.