Moms! Quattro mamme in scena tra pannolini e risate, intervista al regista Ferdinando Ceriani

Dalla parte delle mamme. Per emozionarsi e ridere con il primo varietà dedicato alla maternità che si è meritato premi e riconoscimenti negli Stati Uniti e in Canada. Mom’s the word è il titolo originale. In Italia si chiama Moms! lo spettacolo scritto da sei attrici-mamme che offre un ritratto divertente, intimo e commovente su cosa voglia dire essere genitori oggi, trascorrere notti in bianco sopraffatti da pannolini, pappe e biberon ma più di ogni cosa avvolti dall’amore per quella sorta di piccole pesti che piangono e urlano per reclamare tutte le attenzioni. Moms! continua la sua fortunata tournée e ritorna anche a Roma dove è in scena al Teatro della Cometa dal primo al 19 febbraio. Le quattro protagoniste, Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi e Silvia Siravo, dirette dalla regia di Ferdinando Ceriani, danno così voce e corpo ad un insieme di racconti e aneddoti esilaranti sullo sfondo di balletti, canzoni e musica scritte e arrangiate dalla coppia formata da Stefano Fresi e Toni Fornari. E di Moms! parliamo proprio con il regista Ferdinando Ceriani.

Prima di ogni cosa, vorremmo sapere com’è lavorare con quattro mamme-attrici…

Ah, le dirò di più, tra le quattro c’è anche mia moglie! È molto bello devo dire, anche se spesso diventa problematico perché con gli impegni comuni finiamo per chiederci: a chi lasciamo i bambini? E per questo abbiamo pensato di fare Moms! È un testo canadese scritto da sei mamme attrici che hanno riversato sulla scena tutte le loro esperienze di madri, molto divertenti e dissacranti. Io l’ho ripreso e arricchito con musiche e balletti, le canzoni di Toni Fornari e gli arrangiamenti di Stefano Fresi. Sono 80 minuti in cui si ride sulla condizione di essere genitori oggi con dei bambini piccoli.

Ma i papà sono trascurati, in fondo anche loro sono delle vittime…

I papà devono assolutamente venire a vedere questo spettacolo perché poi sicuramente tratterranno un po’ meglio le loro mogli, comprenderanno certi nervosismi oppure la stanchezza delle mamme. Noi uomini non subito capiamo il rapporto che nasce tra una mamma e un bambino. Moms2Lo impariamo piano piano. Questo è uno spettacolo terapeutico perché ci permette di capire meglio il nostro partner.

E dunque nello spettacolo ha messo esperienze personali di vita vissuta, quelle da papà regista con la mamma attrice?

Sono tutti fatti reali che viviamo o abbiamo vissuto. Per riderci su. Perché sorridere dei momenti che viviamo nella nostra intimità ci aiuta ad affrontarli con leggerezza. Si vivono attraverso la recitazione, il canto e il ballo. È un vero e proprio varietà vecchio stile che ruota intorno a questo tema fantastico.

Moms! Il primo varietà sulla maternità sarà a Roma, al Teatro della Cometa, dal primo al 19 febbraio per poi proseguire in tournée. Sul sito del teatro tutte le informazioni.