MoliseCinema: i temi più attuali in film, corti e documentari, tra gli ospiti Isabella Ragonese

È Un paese quasi perfetto, storia di un piccolo centro montano a rischio fallimento abitato da gente a dir poco creativa, con Fabio Volo, Miriam Leone, Silvio Orlando, Carlo Buccirosso e Nando Paone, scritto e diretto da Massimo Gaudioso, ad aprire stasera, martedì 2 agosto a Casacalenda, in provincia di Campobasso, la 14esima edizione di MoliseCinema, rassegna diretta da Federico Pommier Vincelli dedicata quest’anno a temi attualissimi come il lavoro, l’immigrazione, l’intolleranza, il carcere, a volte trattati con leggerezza e ironia. In concorso lungometraggi (opere prime e seconde), corti (internazionali e italiani) e documentari divisi in quattro sezioni e valutati da altrettante giurie composte dal pubblico del Festival per i lungometraggi; da Vincenzo Marra, Roberto De Feo e Karen Di Porto per i corti italiani; dall’attrice albanese Flonja Kodheli, il regista austriaco Thomas Woschitz e il critico Federico Pedroni per i corti internazionali; dalla regista Antonietta De Lillo, il produttore Dario Formisano e il regista Luca Scivoletto per i documentari. Tanti gli ospiti ad animare la kermesse a cominciare oggi dal già citato Massimo Gaudioso, ma anche da Andrea Di Iorio, giovane regista che gioca in casa in quanto molisano, con la sua opera prima Senza distanza, e da Mariangela Barbanente con il suo documentario Varichina – La vera storia della finta vita di Lorenzo De Santis.

Si continua poi con Alberto Caviglia e Davide Giordano, regista e protagonista di Pecore in erba in programma domani, così come Mario Balsamo che porta il documentario Mia madre fa l’attrice; giovedì arriva Luca Vecchi dei The Pills con il film Sempre meglio che lavorare mentre Pierfrancesco Li Donni incontra il pubblico al quale propone il documentario Loro di Napoli; venerdì 5 agosto tocca a Eleonora Danco con il suo N-Capace e anche a Simone Manetti regista di Goodbye Darling, I’m Off To Fight/Ciao amore, un bacio, vado a combattere; sabato è la volta di Francesco Miccichè regista di Loro Chi?  con Edoardo Leo e Marco Giallini, ma anche di Marco Amenda con Magic Island, e di Irene Dionisio con Sponde. Nel sicuro sole del Nord. E ancora Isabella Ragonese a presentare il cortometraggio Fuori di Anna Negri; Valentina Carnelutti ad accompagnare il corto Il silenzio di Ali Asgari e Farnoosh Samadi, che presenterà anche un reading sulla Siria; il regista Andrea D’Ambrosio con Due euro l’ora. Per i documentari d’autore Camera mia di Alessandro Piva, Porno e Libertà di Carmine Amoroso e Oggi insieme, domani anche, film partecipato a cura di Antonietta De Lillo, con tutti i registi presenti.

In programma anche proiezioni ed eventi speciali, come Bad Luck di Thomas Woschitz presente sabato a MoliseCinema; il pluripremiato La prima luce di Vincenzo Marra previsto per domenica 7 agosto; l’altrettanto pluridecorato Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese accompagnato dalla montatrice Consuelo Catucci. E poi l’omaggio a Luigi Comencini nel centenario della sua nascita con una retrospettiva dei suoi film. E ancora concerti, letture, reading, presentazioni di libri, dibattiti e mostre come quella fotografica intitolata Un mondo di cinema dedicata ai protagonisti del cinema italiano e internazionale tra gli anni 50 e 60 ad opera di Paolo Di Paolo, fotografo molisano di Larino, che apre la manifestazione, suo anche lo scatto a Brigitte Bardot del manifesto 2016 di MoliseCinema.

Una sezione è inoltre dedicata ai corti internazionali di animazione, un’altra al cross-mediale con opere al confine con la videoarte, un’altra ancora ai corti di giovani registi sul tema Girare il Molise, un Focus al cinema albanese e un altro sulla serialità della TV e del Web. Non manca la Terrazza dei libri con la presentazione-evento de L’Islam in venti parole di Lorenzo Declich, mai tema potrebbe essere più attuale. Spazio anche alla musica con il cantautore molisano Giuseppe Spedino Moffa, il pianista inglese Bruno Heinen e il gruppo La pingra, senza dimenticare le degustazioni di prodotti molisani doc. MoliseCinema si trasformerà poi in MoliseCinema Tour con tappe a Montenero di Bisaccia Ururi, Venafro e Campobasso.