Miti ed Eroi, da Palamede a Novecento. Alessandro Baricco porta in TV il suo teatro. La nostra videointervista

Il teatro in televisione. Tanti i tentativi, riusciti o meno. Ci riprova con una tecnica tutta nuova Alessandro Baricco che a maggio porterà in scena Smith & Wesson, il suo testo uscito su carta l’anno scorso edito da Feltrinelli, spettacolo che sarà prodotto dallo Stabile del Veneto con la regia di Gabriele Vacis e per il quale l’autore sta corteggiando Nanni Moretti cui vorrebbe affiancare Antonio Albanese, come ci ha già raccontato nella nostra intervista. Ma intanto Baricco torna in TV stasera, sabato 19 dicembre alle 21.15 su Rai5 con Miti ed Eroi, nuovo progetto per Rai Cultura che in cinque appuntamenti presenta sul piccolo schermo quattro titoli firmati dallo scrittore e regista torinese: si comincia con Palamede, l’eroe cancellato, opera originale ripresa al Teatro Olimpico di Vicenza proprio per sperimentare una modalità ad hoc per proporre il palcoscenico in TV, spettacolo dedicato a uno dei protagonisti della guerra di Troia di cui pochi parlano preferendogli Odisseo, ovvero Ulisse, di cui Palamede, uno dei capi dell’esercito greco, era nemico e poi restò anche vittima di un suo inganno, una storia che racconta una faida intellettuale che Baricco ha ritrovato in testi paralleli a quelli di Omero e certo meno studiati come quelli di Filostrato, Apollodoro e Gorgia da lui stesso riadattati, in scena Valeria Solarino e Michele Di Mauro. Si continua poi con Moby Dick con Stefano Benni, Paolo Rossi e Clive Russell, le musiche originali di Nicola Tescari e la voce di Louis Killen, scene e luci di Gabriele Vacis e Roberto Tarasco. Si va avanti con il celeberrimo Novecento nella versione interpretata dal compianto Arnoldo Foà, per chiudere con due appuntamenti con Totem, il format teatrale che inaugurò il reading con Stefania Rocca, Eugenio Allegri e Gabriele Vacis. Ci dice tutto Alessandro Baricco nella nostra videointervista