L’isola degli schiavi al Piccolo Eliseo, videointervista a Giovanni Anzaldo

Pensate a un’isola dove i ruoli sono completamente ribaltati, ovvero i padroni sono diventati schiavi e gli schiavi a loro volta padroni, così da far provare ai primi ciò che per tanto tempo hanno patito i secondi, ma non solo per un senso di vendetta e giustizia sociale, quanto per provare a riportare i tiranni sulla strada giusta. L’isola degli schiavi, non potrebbe chiamarsi altrimenti, è al centro della commedia utopica scritta nel 1725 da Marivaux per i Comici italiani di Parigi, utopica non tanto per lo scambio di ruoli e di potere quanto per quella possibilità che il drammaturgo francese concede ai padroni sfruttatori di riabilitarsi e redimersi. E cosa accade quando su L’isola degli schiavi governata da tal Trivellino approdano quattro naufraghi che sono proprio due nobili e i loro due rispettivi servitori? Dopo la prima nazionale di venerdì 17 marzo al Teatro dell’Aquila di Fermo, arriva al Piccolo Eliseo di Roma da mercoledì 22 marzo a domenica 9 aprile L’isola degli schiavi di Pierre de Marivaux, una produzione KHORA.teatro e Teatro Stabile d’Abruzzo, nell’adattamento di Ferdinando Ceriani, che ne cura anche la regia, e di Tommaso Mattei. “Un testo classico, di sorprendente attualità per la sua storia, un naufragio, un’isola, servi e padroni messi a confronto, la necessità di favorire un dialogo tra di essi – sottolinea Ferdinando Ceriani – ma è anche un grande gioco teatrale in cui il teatro svela allo spettatore le sue enormi potenzialità espressive e comiche.Sul palcoscenico Stefano Fresi nel ruolo del conte Ificatre e anche di autore delle musiche dello spettacolo (qui la nostra videointervista a Stefano Fresi), Carlo Ragone in quello del governatore Trivellino, Ippolita Baldini che è la marchesa Eufrosine, mentre dalla parte dei servi ci sono Silvia, interpretata da Carla Ferraro, e Papele cui dà vita Giovanni Anzaldo, che da giovedì 23 marzo vediamo anche al cinema in Non è un paese per giovani di Giovanni Veronesi (qui il nostro videoincontro con Anzaldo e il resto del cast). La nostra videointervista a Giovanni Anzaldo: