L’Eredità record e Telethon 2016: videointervista a Fabrizio Frizzi

Tra poco, alle 18.45 di oggi, giovedì 1 dicembre, L’Eredità, lo storico game show del preserale di Rai 1, passerà alla storia come il programma più longevo della televisione italiana: quella di oggi è infatti la puntata numero 3.502 e segna ufficialmente il record di “durata” del quiz iniziato nell’estate del 2002 e condotto negli anni da Amadeus, Carlo Conti e Fabrizio Frizzi, mietendo sempre ascolti su ascolti soprattutto grazie alla Ghigliottina e battendo persino La ruota della Fortuna di Mike Bongiorno, e “questo mi fa un po’ impressione” ci dice Fabrizio Frizzi nella nostra videointervista che trovate a fine articolo. Stasera dunque si festeggia e per l’occasione rivedremo anche Amadeus e Carlo Conti. Fabrizio Frizzi ha però un altro motivo per essere orgoglioso: “per la dodicesima volta consecutiva, la diciassettesima in generale”, è stato chiamato a condurre la maratona Telethon 2016, al via l’11 dicembre su tutte le reti Rai passando di programma in programma, da Unomattina a L’Arena, da La prova del cuoco a Domenica In, per chiudere domenica 18 con Affari Tuoi condotto da Flavio Insinna, a promuovere, a fianco della Fondazione Telethon, la raccolta fondi destinati alla ricerca per combattere le malattie genetiche rare. L’iniziativa, che ha come parola chiave la risposta che tutti dovrebbero dare in questi casi ovvero #presente, quest’anno presenta una novità: Telethon 2016 si aprirà infatti domenica 11 dicembre su Rai 1 con Telethon Show, un vero e proprio spettacolo dalle 20.35 a tarda sera condotto dallo stesso Fabrizio Frizzi assieme a Mara Venier che rientra appositamente in Rai, con tanti ospiti come Luca Argentero, Nek, Francesco Renga, Lillo e Greg, Cristiana Capotondi, Isabella Ferrari, Roberto Vecchioni, il calciatore della Roma Alessandro Florenzi, Giovanni Floris e le tuffatrici Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, e tante storie da ascoltare raccontate da chi la malattia l’ha vissuta, la vive e ha tutta l’intenzione di batterla. E parte da qui la nostra videointervista a Fabrizio Frizzi: