La Carmen di Martone è dramma contemporaneo

Dopo la prima assoluta del  23 febbraio scorso allo Stabile di Torino, la Carmen a firma Mario Martone approda il 18 marzo sul palcoscenico del Teatro Argentina di Roma dove resterà fino al 2 aprile per poi, dopo una breve pausa, replicare dall’8 al 19 dello stesso mese. I protagonisti principali, Carmen e Cosè, sono interpretati da una coppia molto amata del teatro napoletano contemporaneo, Iaia Forte e Roberto De Francesco, mentre un gran numero di attori e cantanti partenopei popola il palcoscenico.

È un testo del tutto nuovo scritto da uno dei più prestigiosi autori di teatro italiani, Enzo Moscato, sullo sfondo delle musiche ispirate all’opera di Bizet e qui elaborate da Mario Tronco e dalla sua Orchestra di Piazza Vittorio. La Carmen di Martone è un dramma contemporaneo: una tragedia che oggi si definisce femminicidio mentre una volta si parlava invece di delitto passionale. E dalla Spagna dell’Ottocento raggiunge un altro crocevia di culture diverse suggestivo come Napoli. La forma dello spettacolo attinge alla sceneggiata, in omaggio al noto autore partenopeo di teatro popolare Raffaele Viviani mentre l’Orchestra di Piazza Vittorio caratterizza la Carmen con la contaminazione tra musiche e canti di paesi lontani.

Carmen dopo Roma, andrà a Genova al Teatro della Corte dal 21 al 26 aprile, a Bari il 28 e 29 aprile mentre il 30 aprile sarà al Verdi di Brindisi. Il 2 e 3 maggio al Teatro della Fortuna di Fano, dal 5 al 17 maggio al Teatro Strehler di Milano. Le altre piazze della tournée sono: Genova, Bari, Brindisi, Fano e Trieste.