I Medici: il nostro incontro a Firenze con i protagonisti italiani della serie

Presentazione in anteprima mondiale ieri a Firenze per I Medici, la serie kolossal in onda su Rai 1 da martedì 18 ottobre in prima serata e pure in ultra HD su Rai4K (Tivùsat), coproduzione internazionale di Rai Fiction e Lux Vide girata per lo più nel capoluogo toscano. Peccato però… peccato che la prima puntata offerta ai giornalisti presenti più che vista è stata intravista per la tanta luce che, nonostante fosse nuvolo, entrava dalle grandi e altissime finestre del seppur meraviglioso Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio e che in seguito il grande spazio amplificasse ogni intervento al microfono dei presenti con un’eco potentissima, fenomeno parecchio fastidioso che ha accompagnato l’intera conferenza stampa, peraltro davvero lunga, come avrete modo di verificare voi stessi nel nostro video a fine articolo. Ma peccato soprattutto che non solo mancasse il grande Dustin Hoffman che fa Giovanni De’ Medici, assenza della quale eravamo comunque già a conoscenza prima della trasferta fiorentina, ma che all’ultimo momento, e solo una volta a destinazione, venissimo informati che la star della serie, quel Richard Madden già Robb Stark ne Il Trono di Spade, certo grande responsabile della catalizzazione dell’attenzione sul prodotto e soprattutto delle orde di fan, e non solo femminili, che assiepavano l’entrata di Palazzo Vecchio, sarebbe arrivato soltanto nel tardo pomeriggio, ovvero ad attività stampa già conclusa, poi che invece non sarebbe più arrivato se non per l’evento di gala serale. E peccato anche che non ci è stato reso possibile realizzare le nostre consuete videointerviste face to face ai protagonisti presenti, perché ne avevamo di cose da chiedere. Peccato tutto ciò perché invece I Medici è una grande serie, ed è stato subito evidente sin dalla prima puntata, seppur come detto intravista, giudizio, il nostro, condiviso niente meno che da Carlo Freccero che ci sedeva accanto, consigliere Rai certo, ma grande esperto di TV.

Ciò detto I Medici, com’è certo intuibile dal titolo e ormai ben risaputo, racconta in 8 puntate, tra il vero e il romanzato, della famiglia più potente del Rinascimento fiorentino, periodo di grande rinascita artistica e culturale che antepone l’uomo al destino e che segna la fine del Medio Evo e l’inizio dell’età moderna, e questo grazie proprio ai Medici che in quanto a mecenati e promotori d’arte andavano forte, ma in fatto di giochi politici e intrighi non erano certo degli angioletti. Creata da Frank Spotnitz (X-Files) che “abbiamo voluto intrattenere il pubblico con amori, omicidi e intrighi” dice, e Nicholas Meyer (Star Treck), e diretta da Sergio Mimica-Gezzan (Heroes, I Pilastri della Terra), I Medici vede protagonista Cosimo De’ Medici (Richard Madden), pilastro centrale della famiglia dei cosiddetti banchieri del mondo ed eletto gonfaloniere di Firenze nel 1434, figlio di Giovanni (Dustin Hoffman) che da mercante di lana diventa il primo banchiere del Papa, e racconta della sua vita pubblica e privata, ovvero delle sue donne come il suo primo e impossibile amore Bianca (Miriam Leone), la moglie Contessina (Annabel Scholey) e la sua schiava-amante Maddalena (Sarah Felberbaum), di suo figlio Piero (Alessandro Sperduti), del suo amico fidato Marco Bello (Guido Caprino) pronto ad uccidere per lui, dei suoi vate artistici come Filippo Brunelleschi (Alessandro Preziosi) a cui affida la costruzione della Cupola di Santa Maria del Fiore, e di tutto il mondo che gli ruota attorno. Già in cantiere una seconda serie che invece punterà su Lorenzo il Magnifico. Meravigliosa la canzone Renaissance scritta da Paolo Buonvino e Skin che la interpreta, pezzo portante della colonna sonora, ma ne parleremo poi.

Ecco dunque come alcuni dei protagonisti italiani che abbiamo incontrato in conferenza stampa e che ci hanno parlato dei loro personaggi ne I Medici, ovvero Miriam Leone, Sarah Felberbaum, Valentina Bellè, Guido Caprino, Alessandro Sperduti e Alessandro Preziosi: