Concertone del Primo Maggio di Taranto con Roy Paci, Nina Zilli e Mannarino. “Legalità, quale giustizia?” lo slogan di quest’anno

Anche quello di Taranto è un Concertone. Come ogni Primo Maggio da tre anni a questa parte, anche nel capoluogo pugliese la Festa del Lavoro si celebra con la musica e con un grande spettacolo al via dalle 14 curato da Michele Riondino, attore tarantino e qui direttore artistico assieme a Roy Paci che si esibisce con i suoi Aretuska. Un evento completamente autofinanziato grazie al Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti nato nel 2012 e formato da operai e cittadini della città in seguito al sequestro degli impianti inquinanti dell’Ilva S.p.A.

E se al Concertone di Roma ci sono due coach di The Voice, J-Ax e Noemi, sul palco del Parco Archeologico delle Mura Greche in Piazzale Federico Fellini sale anche il giudice di Italia’s Got Talent Nina Zilli che naturalmente non è sola, ma anzi ben accompagnata.

Dopo l’esclusione della band folk-rock riminese dei Nobraino per la nota quanto vergognosa battuta sui migranti postata sui social, ci sono anche Fiorella Mannoia, Mannarino, Vinicio Capossela, Francesco Baccini, Caparezza, Tre Allegri Ragazzi morti, 99 Posse, Diodato, Marlene Kuntz, Afterhours, Officina Zoè, Bestierare, Iosonouncane, Velvet, Ilaria Graziano & Francesco Forni, Brunori Sas, Bud Spencer Blues Explosion, LNRipley e Fido Guido. Ad aprire il concerto i musicisti emergenti selezionati dal contest #destinazioneunomaggio.

A condurre sono invece Mietta, tarantina doc, Andrea Rivera, Valentina Petrini e Valentina Correani con il sostegno del giornalista di Piazzapulita Gaetano Pecoraro.

Legalità, quale giustizia? il tema della manifestazione principalmente dedicata al lavoro con tante storie raccontate dai diretti protagonisti. Mattinata di convegni con il direttore de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio, un bel colpo per Riondino perché “per la prima volta avremo un professionista della parola che potrà far luce sull’evoluzione dei vari decreti salva Ilva” e aggiunge “mettiamo l’accento sui contenuti oltre che sulla musica”. Partecipano anche il sindaco di Messina Renato Accorinti, Don Palmiro Prisutto, l’imprenditore tarantino Gianpaolo Cassese amministratore della società Fratelli Cassese titolare della Masseria del Duca, impresa agricola ecosostenibile, fiore all’occhiello della città, le donne della Terra dei Fuochi che hanno denunciato i disastri ambientali causati dalla camorra, l’associazione antiracket e antimafia e gli esponenti del movimento No al carbone di Brindisi. Ci saranno poi intellettuali e giornalisti tra cui Marco Travaglio, il Sindaco di Messina, don Palmiro Prisutto e tanti altri, anche imprenditori tarantini come Giampaolo Cassese,

Anche il Concertone del Primo Maggio di Taranto, ovvero #unomaggiotaranto si può seguire in diretta TV sul canale 649 del digitale terrestre e sul 951 di Sky, ma anche in streaming sul sito di JoTv e su Radio1 e Radio Farfalla.