Christophe Chassol, a Roma l’inventore dell’Ultra Scores

Si chiude venerdì 4 novembre al Monk Club di Roma, dove arriva per la prima volta presentato da Romaeuropa Festival, il fortunato tour italiano di Christophe Chassol, il pianista e compositore francese che ha inventato l’Ultra Scores, che è quel metodo di composizione che include nelle registrazioni i suoni della natura e della realtà, come il clacson di un’auto, il traffico in una città indiana, il canto degli uccelli, persino un discorso del presidente Obama, rielaborati e armonizzati in una rappresentazione musicale del mondo con uno stile che include e mescola jazz, elettronica, minimalismo, pop, musica concreta, field recordings e che sfocia in una trilogia audiovisiva dove ogni capitolo è un viaggio in un luogo di cui si captano suoni e ancheimmagini. In questo tour Christophe Chassol presenta Big Sun, l’ultimo capitolo di questa sua trilogia audiovisiva. Appena nominato nella categoria Digital Initiative of the Year ai Jazz Fm Awards di Londra, già direttore musicale per icone electro-pop come Sebastian Tellier e Phoenix nonché consulente per il producer Frank Ocean, Chassol ha fatto innamorare di sé personaggi come Laurie Anderson e Terry Riley. Dopo il suo concerto si esibirà il duo Jerusalem in my heart esponente della New Arabic Music.