Bud Spencer è morto, addio al gigante buono

Bud Spencer è morto a Roma, aveva 86 anni. Carlo Pedersoli, questo il suo vero nome, era diventato famoso e popolare in coppia con Terence Hill incontrato nel 1967 sul set del film Dio perdona… io no, con cui poi ha girato una ventina di spaghetti western degli anni Settanta, dalla saga di Trinità ad Altrimenti ci arrabbiamo, tanto da ricevere entrambi il David di Donatello alla carriera nel 2010, poi in coppi con Giuliano Gemma in Anche gli angeli mangiano fagioli. Da solo era stato diretto da Dario Argento in Quattro mosche di velluto grigio e da Carlo Lizzani in Torino nera, solo per citare alcuni suoi film. Ex campione italiano di nuovo, Bud Spencer era nato a Napoli il 31 ottobre 1929. Grazie ai suoi personaggi era stato Bambino, Piedone, Bulldozer, BigMan, ma sempre un gigante buono perché seppure dava un sacco di botte, e menava di brutto, lo faceva sempre senza versare una goccia di sangue o cambiare i connotati a qualcuno e solo a chi, in fondo, se lo meritava davvero.