Belle e di successo, ma soprattutto fortunate e napoletane: su Fox Life arrivano le Lucky Ladies, tra collari di perle e barboncini

Lucky-LadiesGabrielle Deleuze è la vulcanica: ha 48 anni e due figlie, è poliglotta e da ex modella, e anche Miss Panama, è diventata manager, sempre nel settore della moda; Annalaura di Luggo è l’adrenalinica: 42 anni, è campionessa di sci nautico, anche lei due figli e pure lei manager naturalmente, ma nel settore della nautica; Francesca Frendo è la determinata: 45 anni, due figli, architetto affermato, ama lo shopping e l’arte; Flora Nappi è la coraggiosa e la più giovane: 35 anni, due figlie, fa l’avvocato ed è specializzata in diritto di famiglia, è campionessa di vela e appassionata di sport estremi; Carla Travierso è la romantica: 39 anni, ex modella, art dealer, ama gli animali e soprattutto i cavalli perchè è stato suo padre a insegnarle l’equitazione; e poi c’è lei, Alessandra Rubinacci, la narratrice: 45 anni, titolare dell’omonima casa di moda, adora i tatuaggi, il ballo e il canto e soprattutto è amica di tutte quante e ce le farà conoscere una ad una e poi anche tutte insieme.

Prendete Sex and the City, aggiungete mariti, ex mariti, madri, suocere e un po’ di prole, spostate il tutto da Manhattan a Napoli ed ecco le Lucky Ladies, donne più che fortunate, ricche e di bell’aspetto, esponenti doc dell’alta borghesia partenopea che dalla vita hanno avuto praticamente tutto, almeno tutto ciò che volevano. O quasi. Perchè certo, nessuno è perfetto e anche loro hanno qualche piccolo rimpianto, ma nulla che possa escluderle dallo show che si intitola, appunto, Lucky Ladies, adattamento italiano dell’omonimo format internazionale di Fox International Channels, prodotto da FremantleMedia e in onda su FoxLife da mercoledì 3 giugno alle 21.50 per 10 puntate a seguirne la vita quotidiana, lavorativa e privata, tra beghe familiari, conflitti personali, sogni e progetti.

Le vedremo fare ginnastica nei loro salotti a sollevare le gambe stese su pelli di zebra, indossare sandali a fiori con tacchi a spillo, pantaloni leopardati e collari di perle, frequentare ville, cabine di yacht, sale privè di club esclusivi e ristoranti di lusso dove pranzare tutte insieme a granchi e champagne spettegolando delle amiche rimaste a casa perché malate e scambiandosi confidenze e segreti. Il tutto molto “terapeutico”, dicono convinte. Poi eccole a un vernissage a preoccuparsi più del loro outfit che delle opere in mostra, e parlare dell’ultimo grido della moda, ovvero prendersi un cane, ma non uno qualunque, solo e rigorosamente un barboncino medio, il top del momento. Di complimenti tra loro se ne fanno tanti, ma vai a capire quanto sinceri. Loro sono così e cambiarle non è proprio possibile.